Così il coronavirus ci contagia attraverso le lacrime

di Caterina Galloni
Pubblicato il 12 Maggio 2020 7:30 | Ultimo aggiornamento: 11 Maggio 2020 22:35
Coronavirus, così il virus ci contagia attraverso le lacrime

Coronavirus, così il virus ci contagia attraverso le lacrime (foto ANSA)

LONDRA – Una nuova scoperta sul fronte coronavirus: la proteina che Sars-CoV-2 utilizza per entrare nelle cellule è la stessa che gli consente di infettare un organismo tramite gli occhi.

A sostenerlo è un team di esperti della Johns Hopkins University School of Medicine che riporta la notizia in un articolo pubblicato su MedRxiv.

Negli occhi hanno scoperto gli stessi recettori con cui il coronvirus colpisce le cellule dei polmoni, ACE-2.

Il che significa che se le droplet dello starnuto o della tosse di una persona infetta dovessero arrivare agli occhi, il virus potrebbe iniziare proprio da lì a infiltrarsi nelle cellule.

Potrebbe spiegare perché il 30% dei pazienti ha sofferto di congiuntivite. Ma non solo: se il virus dovesse infiltrarsi nell’occhio, anche le lacrime potrebbero essere veicolo di diffusione, come ha spiegato Lingli Zhou del Dipartimento di Oftalmologia della Johns Hopkins University School of Medicine.

Il team si è basato sulle autopsie effettuate su vittime di COVID-19 e ha scoperto presenza di ACE-2 nella congiuntiva, cornea e vitreo.

Hanno inoltre scoperto l’enzima TMPRSS2, che coadiuva il virus ad entrare nell’organismo. I risultati indicano che le cellule della superficie oculare sono un bersaglio del Sars-CoV-2 e fungono dunque da porta d’accesso per la trasmissione uomo-uomo del virus.

Zhou ha osservato che nelle lacrime si possono trovare particelle virali che “potrebbero provocare il contagio”.

“Ciò evidenzia l’importanza delle misure di sicurezza, comprese le mascherine, le precauzioni di contatto oculare così da prevenire la diffusione di COVID-19”.

“Il contagio attraverso gli occhi ea stato già segnalato a gennaio, quando Wang Guangfa, pneumologo all’Università di Pechino, ha dichiarato di aver contratto il virus per non aver indossato occhiali protettivi, e aver accusato del rossore agli occhi”, ha scritto il team.

Paul Kellam, docente di genomica virale presso l’Imperial College di Londra supporta la tesi dei ricercatori:”Non è insolito che l’influenza o altri virus vengano trasmessi in questo modo. Le infezioni respiratorie possono essere contratte anche attraverso gli occhi”. (Fonte: Daily Mail)