Covid, bimbi sotto i 10 anni si ammalano di meno. Ed è meno il rischio di trasmissione

di Caterina Galloni
Pubblicato il 27 Settembre 2020 7:33 | Ultimo aggiornamento: 22 Settembre 2020 16:59
Covid, bimbi si ammalano di meno. Ed è meno il rischio di trasmissione

Covid, bimbi sotto i 10 anni si ammalano di meno. Ed è meno il rischio di trasmissione (foto ANSA)

Il Covid si trasmetterebbe più facilmente tra i bimbi e gli adolescenti ma la diffusione potrebbe variare in base all’età.

Secondo uno studio dell’American Academy of Pediatrics, i bimbi sotto i 10 anni sembrano avere meno probabilità di quelli più grandi di trasmettere il Covid ad altri coetanei e adulti.

I bambini generalmente non sembrano ammalarsi o manifestare sintomi tanto spesso quanto gli adulti contagiati.

Alcune prove indicano che ciò potrebbe essere particolarmente vero per i bambini più piccoli.

Hanno meno probabilità di diffondere il Covid poiché tossiscono e starnutiscono di meno.

Da un report è emerso che i bambini contagiati degli asili nido e dei campus diurni dello Utah trasmettevano il virus ai familiari, compresi i fratelli.

Ciò ha fatto ipotizzare che i bimbi molto piccoli asintomatici o con sintomi molto lievi possono trasmettere l’infezione ma al contempo il tasso di diffusione è basso.

Un ampio studio della Corea del Sud ha indicato che i bambini dai 10 anni in su possono trasmettere il virus più facilmente ai familiari come avviene tra adulti.  

La diffusione tra i bambini è stata ipotizzata anche riguardo un focolaio in un campo estivo della Georgia.

“I bimbi sono fabbriche di germi. In questo caso è diverso e non conosciamo il motivo”, ha ammesso Sean O’Leary dell’American Academy of Pediatrics. (fonte AP NEWS)