Covid, toccare le superfici espone al contagio?

di Caterina Galloni
Pubblicato il 7 Ottobre 2020 7:38 | Ultimo aggiornamento: 6 Ottobre 2020 18:40
Covid superfici virus

Covid, toccare le superfici espone al contagio? (foto ANSA)

“Il problema delle superfici è sostanzialmente superato”, toccare le maniglie delle porte o gli interruttori della luce non espone al contagio.

E’ quanto sostiene Monica Gandhi, docente di medicina all’University of California e aggiunge che solitamente qualsiasi virus lasciato sulle superfici non è abbastanza forte da far ammalare le persone.

Ciò sembra indicare che misure di prevenzione per evitare il contagio da Covid come lavarsi le mani e non toccare il viso, siano meno importanti del distanziamento sociale e dell’uso della mascherina.

Ma non solo, potrebbe non essere necessario spruzzare continuamente sulle superfici uno spray antibatterico, come molti fanno dall’inizio della pandemia.

Al sito web scientifico Nautilus, Gandhi ha dichiarato che il virus “non si trasmette attraverso le superfici.

“All’inizio della pandemia c’era questo timore. Ora sappiamo che la fonte della diffusione non è nel toccare le superfici e poi toccare gli occhi.

“Il contagio avviene stando vicini a una persona positiva che emette le goccioline del respiro attraverso il naso o la bocca.

Un’altra ricerca, pubblicata su Lancet, sostiene che la presenza di coronavirus sulle superfici comporta un rischio “minimo” di rimanere contagiati. (Fonte: Daily Mail)