Croazia. Scoperti gioielli dell’ uomo di Neanderthal di 130 mila anni fa

Pubblicato il 25 Marzo 2015 16:18 | Ultimo aggiornamento: 25 Marzo 2015 16:18
Una collana di conchiglie dei Neanderthal

Una collana di conchiglie dei Neanderthal

USA, KANSAS CITY – Scoperti i gioielli dell’uomo di Neanderthal. Circa 130.000 anni fa, ben prima della comparsa dell’uomo moderno, i Neanderthal modellavano artigli di aquila per farne delle collane o dei bracciali. Pubblicata sulla rivista Plos One dal gruppo di ricerca coordinato da David Frayer, dell’università del Kansas, la scoperta dimostra che l’uomo di Neanderthal era in grado di ‘fabbricare’ gioielli 80 mila anni prima dell’arrivo in Europa dell’uomo moderno.

Inoltre contribuisce a trasformare l’immagine che avevamo di questi uomini che abitavano in Europa ben prima dell’arrivo dei nostri antenati. Dopo la scoperta di pigmenti usati per truccarsi, di riti religiosi e di utensili, questa è una nuova conferma che i Neanderthal erano meno primitivi e più complessi di quanto immaginato e che avevano anche capacita simbolica, finora attribuita solo ai Sapiens.

Questi gioielli preistorici, secondo i ricercatori, avevano infatti uno scopo simbolico. I resti dei millenari gioielli sono stati individuati in un sito vicino alla città di Krapina nell’attuale Croazia: sono otto artigli di aquila dalla coda bianca ben conservati con segni di lavorazione, levigature, abrasioni, tagli e incisioni che fanno pensare siano stati usati per assemblare una collana o un bracciale.