Cuffie true wireless, cosa sono, come funzionano, come si ricaricano

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Novembre 2020 10:36 | Ultimo aggiornamento: 27 Novembre 2020 12:19
Cuffie true wireless, cosa sono, come funzionano, come si ricaricano

Cuffie true wireless, cosa sono, come funzionano, come si ricaricano

Negli ultimi anni le cuffie true wireless hanno letteralmente conquistato il mercato, le loro dimensioni ridotte e la loro versatilità hanno ormai surclassato i classici auricolari wireless. Nel mondo degli auricolari bluetooth senza fili le cuffiette true wireless sono sicuramente quelle più piccole e compatte che garantiscono un’ottima adesione all’interno della cavità dell’orecchio grazie al design in-ear con gommini.

Questo le rende capaci anche di isolare i fastidiosissimi rumori esterni. Se si ha bisogno di acquistare auricolari senza fili di piccole dimensioni, con un caricatore integrato versatile la scelta non può che ricadere sulle True wireless. Nel mercato esistono svariati brand che ormai si sono specializzati in questo settore ed offrono prodotti di qualità per tutte le tasche.

Cosa sono le cuffie true wireless

Prima di acquistare le cuffie true wireless migliori per le proprie esigenze è fondamentale considerare determinate caratteristiche tecniche. Innanzitutto è bene sapere qual è la differenza tra queste cuffie, le cuffie senza filo e le classiche cuffie auricolari. Quest’ultime non hanno bisogno di presentazioni, sono le solite cuffiette che permettono di ascoltare la musica mediante il jack 3,5mm, anche se di recente sono uscire anche cuffiette con uscita type C o con connettore lightning.

Le cuffie bluetooth senza fili invece, meglio conosciute come cuffie wireless, possono essere sia mono che stereo e possono essere connesse al dispositivo grazie alla tecnologia buetooth (o di rado con la tecnologia wifi proprietarie). In genere queste cuffie non possono essere caricate mentre si è in giro, per farlo infatti è necessaria o una powerbank o la classica spina elettrica. Gli auricolari true wireless invece sono stati progettati appositamente per chi è spesso in giro ed ha bisogno di utilizzare le cuffie, si pensi ad esempio agli autisti che guidano per ore ed ore. Normalmente queste cuffie sono stereo ma non presentano nessun cavo che le collega tra di loro, per connettersi al device invece utilizzano sempre la tecnologia Bluetooth a basso consumo energetico.

La ricarica delle cuffie true wireless

Uno degli aspetti che maggiormente contraddistingue le cuffie true wireless è la loro ricarica. Tutti gli auricolari true wireless infatti possiedono una custodia piuttosto particolare, essa infatti non serve solo per proteggere e per conservare le cuffie dopo averle utilizzate, la custodia occorre anche per ricaricarle quando sono scariche. In genere questi auricolari sono dotati di piccole batterie che possono essere ricaricate in brevissimi lassi di tempo e che al tempo stesso garantiscono un’ottima autonomia. Con una ricarica in media è possibile ascoltare fino a 180 minuti di musica (l’autonomia si prolunga notevolmente quando vengono utilizzate per le semplici chiamate audio), ovviamente le prestazioni variano a seconda del dispositivo acquistato. Normalmente la custodia è l’unico strumento che permette di ricaricare le cuffie ed essa a sua volta viene ricaricata con il classico cavetto USB Type C. Gli ultimi modelli invece supportano anche la carica via wireless, leggermente più lenta ma molto più comoda in quanto priva di qualsiasi filo.

Il design delle cuffie True wireless

Il design di queste cuffie è sicuramente uno degli aspetti più importanti, la loro forma infatti incide notevolmente sulla comodità e nell’utilizzo delle stesse. Ciò che normalmente le caratterizza è la dimensione ridotta e la forma in-ear ovvero con il classico gommino all’estremità che permette di avere cuffie riduzione rumore esterno. Ciò permette a questi particolari auricolari antirumore non solo di ascoltare meglio la musica ma garantisce anche una migliore stabilità delle cuffie nelle orecchie, molto utile specialmente quando ci si vuole rilassare mentre si svolge attività fisica in palestra o all’aperto.