Curiosità/ Lo starnuto viaggia a 320 km/h e un colpo di tosse può riempire una bottiglia da due litri

Pubblicato il 16 giugno 2009 16:39 | Ultimo aggiornamento: 16 giugno 2009 16:41

Lo starnuto viaggia a 320 km l’ora. Qualcuno dovrà aggiornare la pagina di Wikipedia che stima la sua velocità sui 160 km/h. Uno studio condotto tramite un potente laser, da un gruppo di ricercatori statunitensi della Drexel University di Filadelfia, mostra il modo in cui le microparticelle di saliva escono e si propagano, analizzandone natura, caratteristiche e velocità.

Lo starnuto emette di media 40.000 goccioline. Di queste, la maggior parte possiede una dimensione inferiore ai 100 micron (meno del diametro di un capello umano)  e alcune sono così piccole da poter essere osservate solo con lenti d’ingrandimento.

«Quello che succede a tali goccioline dipende dalle loro dimensioni. Quelle più grandi e quindi più pesanti cadono rapidamente a terra sotto l’influenza della gravità. Ma le più piccole e più leggere, quelle cioè inferiori a 5 micron di diametro, possono rimanere sospese nell’aria di una stanza quasi indefinitamente», ha spiegato Bakhtier Farouk della Drexel University a Livescience dell’American Institute of Physics. «Rifare il letto di un ospedale o aprire una porta può far rialzare goccioline ricche di virus ben oltre l’altezza di una persona», aggiunge Farouk.

Il tipico colpo di tosse inizia con un respiro profondo, seguito da una compressione di aria nei polmoni e quindi dall’emissione esplosiva e rumorosa dell’aria in una frazione di secondo. È stato calcolato che un colpo di tosse media è in grado di riempire d’aria una bottiglia da due litri e che il materiale emesso dai polmoni può raggiungere una distanza di diversi metri dalla bocca. Le goccioline prodotte possono essere anche 3.000 e muoversi fino a 75 km all’ora.

Visti i tempi, come suggerisce Farouk, è  meglio mettere la mano davanti alla bocca!