“Draghi e unicorni grazie a genetica” ma gli scienziati…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Dicembre 2015 11:27 | Ultimo aggiornamento: 11 Dicembre 2015 11:27
(fonte: Wikipedia)

(fonte: Wikipedia)

ROMA – “In un futuro non molto lontano creature ora immaginarie e caratteristiche del mondo fantasy come unicorni e draghi potrebbero diventare realtà se l’umanità non smetterà di giocare troppo con la genetica e gli esperimenti al limite”. Lo scrivono due scienziati di fama mondiale, Hank Greely e Alta Charo, sulla rivista di bioetica “American Journal of Bioethics”.

Quelli che oggi ci sembrano animali fantastici, un giorno non troppo lontano potrebbero diventare realtà, secondo la coppia di scienziati. Nel dettaglio i due puntano il dito contro una delle tecniche di modificazione genetica, la CRISPR/Cas9: secondo loro questa procedura sta portando a preoccupanti conseguenze. “Perché non dovremmo aspettarci elefanti nani, maiali giganti o tigri geneticamente domate? E perché un miliardario non potrebbe decidere di regalare alla figlia un vero unicorno per il suo compleanno?” si chiede la coppia di esperti nel breve saggio, convinti che quelli che ora appaiono come strani animali potrebbero essere realtà per il pianeta negli anni a venire se le cose non cambieranno nella sperimentazione genetica.

Inoltre gli esperti temono che – come nel più ardito dei film sugli umanoidi – il DNA umano possa essere manomesso, portando alla completa estinzione della razza umana, a causa della scarsa regolamentazione a cui è sottoposta la tecnica.