Dragon V-2, il taxi spaziale: porta e va a prendere gli astronauti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Maggio 2014 16:37 | Ultimo aggiornamento: 30 Maggio 2014 16:37
Dragon V-2, il taxi spaziale: porta e va a prendere gli astronauti

La navicella Dragon V-2 (Foto Lapresse)

LOS ANGELES – Arriva il taxi spaziale: si chiama Dragon V-2 ed è stato costruito per portare gli astronauti americani alla Stazione spaziale internazionale e riportarli a terra a fine turno. Si tratta della prima capsula spaziale abitabile della storia: forma di palla schiacciata verso l’alto, 6,2 metri di altezza, può portare fino a 7 astronauti per un totale di 490 chili di peso. E’ stata presentata il 29 maggio al quartier generale di Space X di Los Angeles, in California.

Con Dragon V-2 gli americani non dovranno più usare la vecchia Vostok russa, creata nel 1967, al momento l’unico mezzo in grado di fare da “taxi” agli astronauti, per la “modica” cifra di 70 milioni di dollari a corso. E lasciando pure gli astronauti in condizioni non proprio di comodità. Nella nuova Dragon V-2: ci sono sedili comodi, cinture di sicurezza e schermi al plasma.

Dal 2017 la Dragon V-2 viaggerà regolarmente fino alla Stazione spaziale e ritorno. E così si ovvierà anche ad ulteriori nuovi malesseri tra Stati Uniti e Russia, acuitisi con la crisi in Ucraina. Naturalmente la novità non è stata ignorata da Mosca, che ha minacciato di sospendere la collaborazione dopo il 2020.