Scienza e Tecnologia

Eclissi del Faraone 3200 anni fa: nella Bibbia la prima testimonianza scritta

eclissi-faraone

Eclissi del Faraone 3200 anni fa: nella Bibbia la prima testimonianza scritta

ROMA – Eclissi del Faraone 3200 anni fa: nella Bibbia la prima testimonianza scritta. 30 ottobre 1207 a.C., terra di Canaan: gli ebrei tornati dalla cattività egiziana assistono allo spettacolo dell’oscuramento del sole. Gli scribi riportano l’evento che finirà nel libro di Giosuè (10:12–13) della Bibbia. E’ la prima testimonianza scritta di una eclissi solare, un contributo decisivo anche per la canonizzazione temporale dei regni d’Egitto. L’Eclissi del Faraone, come resterà poi nota per sempre, avviene durante il regno di Merneptah, figlio di Ramsete II il Grande. E’ quanto sono riusciti a stabilire gli scienziati dell’università di Cambridge.

Giosuè disse al Signore sotto gli occhi di Israele:
«Sole, fermati in Gabaon
e tu, luna, sulla valle di Aialon».
Si fermò il sole
e la luna rimase immobile
finché il popolo non si vendicò dei nemici. (Libro di Giosuè)

Un passo impervio da un punto di vista ermeneutico, una decifrazione filologica che ha impegnato generazioni di esegeti e biblisti. Fino a diventare un cold case dell’astronomia forense. Fino all’interpretazione attuale.

La ricerca ha portato alla conclusione che non si trattava di un’eclissi totale, ma di un’eclissi anulare: la Luna passa di fronte al Sole ma non lo oscura completamente, perché si trova troppo lontana dalla Terra, e attorno al disco nero si osserva un anello di fuoco. L’evento avvenne esattamente 3224 anni fa, il 30 ottobre 1207 a.C., e il percorso passava proprio sopra la terra di Canaan. I complessi calcoli hanno dovuto tenere conto del fatto che in passato la velocità di rotazione della Terra era maggiore di adesso a causa dell’azione gravitazionale della Luna e di molti altri fattori tra cui i terremoti e lo spostamento di grandi masse d’acqua come le maree. (Matteo Marini, La Repubblica)

To Top