Eclissi sole 20 marzo, come guardarla: no occhiali da sole, no selfie

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Marzo 2015 11:54 | Ultimo aggiornamento: 20 Marzo 2015 8:52
Eclissi sole 20 marzo, come guardarla: no occhiali da sole, no selfie

Eclissi sole 20 marzo, come guardarla: no occhiali da sole, no selfie

ROMA – Alle 10,30 del mattino di venerdì 20 marzo tutti volgeranno gli occhi al cielo per vedere l’eclissi parziale di sole. Attenzione però, perché guardarla è pericoloso per la vista. Vietato guardare l’eclissi con gli occhiali da sole, che non proteggono la retina dalle penetranti radiazioni solari che rischiano di bruciarla. Vietati anche i selfie col Sole nero, spiegano preoccupati gli oculisti della Gran Bretagna, perché scattare una foto al sole guardandolo direttamente potrebbe portare anche alla cecità.

A parlare sono gli oculisti inglesi del College of Optomestrists, che hanno spiegato come l’osservazione diretta del Sole fa si che i raggi siano convertiti da cornea e cristallino sulla retina, rischiando di bruciarla e compromettere la vista con danni permanenti. Se l’osservazione diretta è pericolosa, e nemmeno gli occhiali da sole possono tenerci al riparo, guardare il sole da una macchina fotografica lo è anche di più: per questo motivo anche i selfie e le foto sono vietati.

Unico modo per osservare direttamente l’eclissi è quello di munirsi di vetrini per occhiali da saldatore con filtro 14, vetrini che sono reperibili a meno di 1 euro in qualsiasi ferramenta e che tengono gli occhi a riparo da tutte la radiazioni solari pericolose. Per le macchine fotografiche e i telescopi invece sono necessari appositi filtri, analoghi al vetrino da saldatore, che schermino le radiazioni.

Pericolosissimi sono dunque selfie e foto improvvisate, soprattutto con gli smartphone, che potrebbero portare l’osservatore a guardare l’eclissi solare senza le adeguate protezioni per mettere a fuoco la foto, ma perdere inevitabilmente la vista. (foto Ansa e Lapresse)