Gli elefanti dalle “quattro zampe motrici”

Pubblicato il 29 Marzo 2010 21:57 | Ultimo aggiornamento: 29 Marzo 2010 21:57

Altro che automobili dalle ruote motrici, la natura ha creato animali “4X4”. Gli elefanti, infatti, hanno quattro zampe importanti sia per la propulsione sia come freni, proprio come come avviene in una macchina costruita ad hoc.

Lo rivela uno studio diretto da John Hutchinson del Royal Veterinary College di Hatfield dell’Università di Londra pubblicato sulla rivista dell’Accademia Americana delle Scienze ‘PNAS’.

Secondo la ricerca, riprendendo la camminata e la corsa degli elefanti con telecamere precisissime, gli scienziati hanno documentato che tutte le zampe dell’animale sono ‘motrici’, cioè responsabili della propulsione del moto e tutte possono agire come freno, per di più in modo indipendente l’una dall’altra.

Secondo l’esperto questa particolarità della locomozione che rende l’elefante unico tra i quadrupedi è una conseguenza della sua stazza, per cui il pachiderma ha dovuto inventarsi strategie alternative di stabilità nei movimenti.

Solo di recente lo stesso ricercatore aveva firmato un altro studio simile sugli elefanti, concludendo che i pachidermi corrono e camminano contemporaneamente: le loro zampe anteriori si muovono come al passo, mentre le posteriori come nella corsa.