ExoMars 2020, robot controllato da Torino: il Rocc negli stabilimenti Altec

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Maggio 2019 7:17 | Ultimo aggiornamento: 31 Maggio 2019 9:32
ExoMars 2020, robot sarà controllato da Torino: il Rocc negli stabilimenti Altec

ExoMars 2020, robot controllato da Torino: il Rocc negli stabilimenti Altec (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Un robot controllato da Torino costruito per cercare vita su Marte. L’obiettivo della missione ExoMars, organizzata dall’Agenzia spaziale europea e sostenuta dall’Agenzia spaziale italiana (40% dell’investimento totale), è ambizioso: cercare forme di vita, passate e presenti, sul Pianeta rosso.

Nel luglio 2020 un razzo Proton porterà la navicella ExoMars in una “crociera” interplanetaria di otto mesi finalizzata allo sbarco su Marte. L’esplorazione è affidata al rover “Rosalinda” capace, attraverso una trivella ad alta tecnologia, realizzata dall’azienda Leonardo, di scavare fino a due metri di profondità il terreno marziano e prelevare campioni che, a differenza di quanto avvenuto in passato, potranno essere analizzati dal rover stesso.

Torino è assoluta protagonista della missione: negli stabilimenti di Altec (società partecipata da Asi e Thales Alenia Space) è stato allestito il Rocc (Rover operations control center), il luogo dove saranno pianificate, monitorate, comandate e controllate le operazioni che il rover di ExoMars svolgerà sulla superficie di Marte.

Nel frattempo all’interno del Rocc è stato simulato l’ambiente marziano, con l’obiettivo di trovare eventuali soluzioni per il superamento degli ostacoli che il rover potrebbe incontrare durante il suo lungo cammino (230 giorni terrestri). Nel centro, inoltre, è simulato il tramonto e l’alba su Marte, attraverso un complesso sistema di lampade a led regolabili.Thales Alenia Space Italia realizzerà la missione ExoMars 2020 con il contributo del partner russo Lavochkin.