Fabiola Gianotti nuovo direttore del Cern: prima donna a capo dei laboratori

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 novembre 2014 14:13 | Ultimo aggiornamento: 4 novembre 2014 14:13
Fabiola Gianotti nuovo direttore del Cern: prima donna a capo dei laboratori

Fabiola Gianotti

GINEVRA – Fabiola Gianotti, scienziata italiana e tra i protagonisti della scoperta del bosone di Higgs, è il nuovo direttore del Cern di Ginevra. La Gianotti diventa così la prima donna e il terzo direttore italiano del più importante laboratorio di fisica delle particelle d’Europa.

La Gianotti è nata a Roma nel 1962 e ha studiato a Milano, dove ha conseguito il dottorato nel 1989. Dal 1987 lavora al Cern e ha collaborato a esperimenti importantissimi, quali UA2, ALEPH e ATLAS, di cui è stata coordinatore tra il 2009 e il 2013. Ora la scienziata prende il posto di Rolf-Dieter Heuer, in carica dal 2009 affiancato da Sergio Bertolucci come direttore della Ricerca.

La Director General Search Committee del Cern ha scelto la Gianotti, scartando gli altri due candidati: il britannico Terry Wyatt, dell’università di Manchester, e l’olandese Frank Linde, direttore dell’Istituto nazionale di fisica subatomica (Nikhef) di Amsterdam.

Fernando Ferroni, presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, ha dichiarato:

“È con grande emozione e soddisfazione che apprendiamo della nomina di Fabiola Gianotti a direttore generale del CERN. A Fabiola vanno le mie personali congratulazioni e quelle di tutto l’INFN per essere stata scelta a dirigere del più prestigioso laboratorio di fisica del mondo intero. Sappiamo che sarà all’altezza di questa alta responsabilità e che guiderà con classe e sicurezza il CERN verso nuovi successi”.

Ed ha aggiunto:

“L’Italia ha un rapporto speciale con il CERN, dal suo inizio, con Edoardo Amaldi tra i padri fondatori, ai successi degli esperimenti LHC, a maggioranza diretti da fisici italiani, suggellati dalla scoperta del bosone di Higgs, passando per il premio Nobel a Carlo Rubbia, anche lui direttore generale, come pure Luciano Maiani.

Ora accogliamo con una gioia immensa l’elezione di Fabiola Gianotti al vertice del grande laboratorio, che così sarà ora diretto da una italiana, figlia della nostra scuola, che dimostra la sua vitalità e visibilità a livello globale. Per l’Italia è un riconoscimento straordinario, e per l’INFN la conferma delle sue scelte scientifiche e formative, e un incoraggiamento a continuare nella direzione dell’eccellenza senza compromessi. Da parte mia e di tutto l’INFN, in bocca al lupo a Fabiola!”.

 

Fabiola Gianotti

Nata a Roma nel 1962, ha studiato Fisica all’Università di Milano dove, nel 1989, ha conseguito il dottorato di ricerca in fisica sperimentale subnucleare e, in seguito, è stata borsista INFN. Lavora al CERN dal 1987 e dal 1994 è fisico di ricerca nel Physics Department del CERN. Si è occupata della ricerca e dello sviluppo così come della costruzione di rivelatori, e di sviluppo di software e di analisi di dati. Ha lavorato in vari esperimenti del CERN: UA2, ALEPH e ATLAS, di cui è stata coordinatore internazionale dal 2009 al 20013). E proprio come coordinatore dell’esperimento ATLAS il 4 luglio del 2012 ha annunciato la scoperta del bosone di Higgs, risultato scientifico di immenso valore, che è stato premiato l’anno successivo con il Nobel per la Fisica ai teorici che per primi avevano ipotizzato l’esistenza di questa particelle. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui la nomina da parte del Presidente Giorgio Napolitano nel febbraio 2009 a Commendatore della Repubblica Italiana e nel settembre 2013 a Grande Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. La rivista Time l’ha collocata quinta nella graduatoria delle persone dell’anno 2012.