La felicità è femmina: scoperto il gene che rende allegri. Ed è solo nelle donne

Pubblicato il 1 settembre 2012 18:55 | Ultimo aggiornamento: 1 settembre 2012 19:16

ROMA – La felicità è donna. Altro che lacrime e lamenti. Se siete sereni, allegri, sorridenti, lo dovete ad un gene che è solo femminile.

Lo dice una ricerca della South Florida University. Gli studiosi hanno identificato, per la prima volta, il gene responsabile della felicità femminile. O meglio, della felicità tout court. Perché quello stesso gene negli uomini non c’è.

I ricercatori hanno identificato il legame fra uno specifico gene, denominato monoamine assidasi A (MAOA), con le reazioni del cervello alla dopamina ed alla serotonina, sostanze chimiche connesse con gli stati d’animo positivi, come l’allegria, la serenità e la felicità.

“Una bassa espressione del gene MAOA è correlata a stati d’animo sereni, una alta espressione invece è legata a stati negativi come l’alcolismo, i comportamenti aggressivi e antisociali,” spiega Henian Chen, a capo dell’indagine al dipartimento di epidemiologia e biostatistica dell’università americana.

“Negli uomini tale correlazione è invece del tutto assente. Probabilmente ci sono altri meccanismi neurologici ancora ignoti ma comunque diversi per il cervello maschile”.

Lo studio ha analizzato il DNA di 193 donne e 152 uomini, approfondendo la presenza del gene MAOA in rapporto allo stato d’animo. I ricercatori avanzano anche l’ipotesi che la differenza fra la felicità maschile e quella femminile a livello cerebrale sia da ricercare nel testosterone: “Alti livelli di testosterone presenti negli uomini cancellano ogni possibile effetto del gene OMOA sul loro umore” precisa Chen. E ipotizza: “Può essere che gli uomini siano più felici prima dell’adolescenza perché i loro livelli di testosterone sono bassi”.