Flow, l’app per il fitness che geolocalizzava luoghi militari sensibili

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 luglio 2018 13:01 | Ultimo aggiornamento: 9 luglio 2018 13:01
Flow, l'app per il fitness che geolocalizzava luoghi militari sensibili

Flow, l’app per il fitness che geolocalizzava luoghi militari sensibili

ROMA – Polar, il gruppo finlandese [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] che produce l’applicazione Flow dedicata al monitoraggio dell’attività fisica, è nei guai.

Un’inchiesta a due testate, firmata dall’olandese De Correspondent e dal sito investigativo Bellingcat, ha scoperto che un gran numero di informazioni sensibili a causa dell’app per il fitness rischiava di finire in chiaro. L’app Flow rivelerebbe infatti “le abitazioni e le vite di persone che si allenano in località segrete come membri di agenzie d’intelligence, basi militari e aeroporti, siti di stoccaggio nucleare e ambasciate in tutto il mondo”.

In alcuni casi era così possibile visualizzare il percorso di un militare che faceva jogging nel compound aeroportuale in Iraq così come le sue attività magari una volta a casa, negli Stati Uniti o nei Paesi bassi.

Tra le persone coinvolte anche  49 militari al lavoro alla base di Sigonella, sede dell’aeroporto militare italiano che ospita anche la Naval air station (Nas) della Marina statunitense. “Per ragioni di sicurezza non stiamo rivelando le loro identità”, spiega Rosan Smits, caporedattrice del De Correspondent. Ma sottolinea quanto sia stato facile scoprire i loro nomi e cognomi, nonché i posti che frequentavano, quindi in alcuni casi anche le loro abitazioni, monitorando tutte le attività sportive di queste persone in ogni angolo del mondo.