Scienza e Tecnologia

Galaxy Note8: oltre lo schermo con Infinity Display

Samsung Galaxy Note8

Ciò che definisce la categoria phablet è un’ampia diagonale del display, che si traduce nella possibilità di eseguire operazioni altrimenti impossibili su uno smartphone tradizionale. Con il nuovo Galaxy Note8, Samsung è riuscita a coniugare la presenza di un pannello dalle dimensioni generose a un form factor dall’ingombro contenuto, andando così a confezionare un prodotto che unisce versatilità e portabilità come nessun altro nell’universo mobile.

Infinity Display: oltre lo schermo

Se il cuore pulsante del Galaxy Note8 è rappresentato da un comparto hardware di prima categoria, la sua anima è l’Infinity Display. Uno schermo che si estende per tutta la larghezza del phablet, raggiungendo i 6,3 pollici di diagonale con un aspect ratio pari a 18.5:9, una proporzione pensata per dare il meglio sia in termini di produttività sia quando si tratta di riprodurre i contenuti multimediali.

La risoluzione è Quad HD+, ovvero 2960×1440 pixel, con una densità che raggiunge i 521 ppi: nessun compromesso, dunque, nemmeno quando si tratta di inserire il dispositivo in un visore per la realtà virtuale e osservare le immagini a pochi centimetri dagli occhi: impossibile notare i singoli punti. A questo si aggiunga la tipologia del pannello utilizzata, quel Super AMOLED che oltre a garantire un’ottimizzazione dei consumi energetici assicura una resa cromatica perfetta in ogni situazione, in termini di contrasto e luminosità.

Il pennino S Pen

Tra i punti di forza del device, anche quello che da sempre ne rappresenta un tratto distintivo: il pennino S Pen, appositamente riprogettato da Samsung per il Galaxy Note8. Non un semplice stilo, ma un concentrato di tecnologia sempre pronto a entrare in azione per scrivere o disegnare a mano libera sul display, con certificazione IP68 per offrire la massima resistenza all’acqua e una punta in grado di interpretare ben 4.096 livelli di pressione, così da restituire un feeling naturale.

Scorrendo l’elenco delle funzionalità più interessanti legate al pennino si segnala Screen Off Memo, che permette di salvare fino a 100 pagine di appunti con display spento, riducendo così quasi a zero il consumo della batteria. Una volta terminato l’utilizzo, S Pen può tornare nel suo alloggiamento interno al phablet, per un trasporto comodo e sicuro.

Samsung Galaxy Note8

Nato per il multitasking

L’ampia diagonale dell’Infinity Display è perfetta per il multitasking: grazie alla modalità Multi Window è possibile avviare due applicazioni diverse e visualizzarle entrambe in contemporanea, ridimensionando a pacimento le dimensioni dell’una e dell’altra schermata. Si possono così, ad esempio, inviare messaggi mentre si guarda un video in streaming, consultare gli allegati in arrivo nella casella di posta elettronica organizzando al tempo stesso gli eventi del calendario oppure navigare e scrivere appunti senza dover continuamente passare da una finestra all’altra.

Per chi poi desidera ottenere il meglio in termini di produttività, Samsung propone DeX Station, un accessorio che una volta connesso a qualsiasi monitor o televisore trasforma il phablet in una vera e propria postazione desktop, con interfaccia ottimizzata, offrendo inoltre la possibilità di connettere mouse e tastiera.

Samsung Galaxy Note8

Anima multimediale

Un display di qualità come quello integrato nel Galaxy Note8 può ovviamente essere sfruttato anche per una riproduzione dei contenuti multimediali senza compromessi: il formato 18.5:9 offre una superficie del 14% maggiore se confrontata con quella del modello Note5. Tutto questo senza dimenticare il supporto alla modalità HDR per guardare video, film ed episodi delle serie televisive (Netflix è tra le prime piattaforme a consentirlo) con una gamma dinamica estesa, una vera e propria gioia per gli occhi.

To Top