Invenzioni/ Gli elettrodomestici funzioneranno wireless. La nuova tecnologia sul mercato nel 2011

di Veronica Nicosia
Pubblicato il 31 Luglio 2009 14:08 | Ultimo aggiornamento: 2 Agosto 2011 17:50

spinaAddio a fili penzolanti, prolunghe antiestetiche e multiprese cariche di spine. Tra 18 mesi, gli elettrodomestici potranno funzionare wireless, o quasi. Per collegare il pc portatile o ricaricare il cellulare, quindi,  non sarà più necessaria una presa di corrente.

Questo stando a quanto affermano i tecnici della società WiTricity, che punta ad immettere sul mercato la nuova tecnologia entro il 2011.

Il concetto, sviluppato dai fisici del Massachussets Institute of Tecnology, sembra piuttosto semplice. La chiave, spiega il ricercatore Martin Solajic è il «concetto di risonanza che è una situazione che si ha quando due corpi vibrano alla stessa frequenza, stabilendo così le condizioni ideali per un trasferimento di energia tra loro, senza minimamente interferire con gli oggetti vicini».

Dal punto di vista pratico la nuova tecnologia funziona con due bobine, una interna all’oggetto da alimentare e una collegata all’energia, che possiedono la stessa frequenza. Per la WiTricity, il nuovo sistema, funzionerà con efficienza del 95%, anche a diversi metri di distanza.

Unico dettaglio ancora da sistemare, prima di procedere al lancio sul mercato è  quella delle dimensioni delle bobine.  Si tratta, in sostanza, di riuscire a costruirne di dimensioni così ridotte da poter essere inserite anche in oggetti come i telefoni cellulari.

Dal punto di vista sanitario, assicurano gli esperti, la tecnologia wireless è innocua: «Gli esseri viventi non subiscono nessuna interazione dai campi magnetici»