Irlanda, la nuova Stonehenge scoperta grazie a un drone e la siccità

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 luglio 2018 10:16 | Ultimo aggiornamento: 20 luglio 2018 10:16
Irlanda, nuova Stonehenge scoperta tra i campi di grano

Irlanda, la nuova Stonehenge scoperta grazie a un drone e la siccità

DUBLINO – Una nuova “Stonehenge” è stata scoperta in Irlanda grazie alla siccità e a un drone [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] . A riprendere i cerchi della struttura che risale al 4500 a.C. è Anthony Murphy, un ricercatore e giornalista, che ha stava sorvolando col suo drone il sito archeologico di Brú na Bóinne, patrimonio dell’umanità e uno dei più importanti al mondo per i resti preistorici.

Il drone, complice la siccità che ha evidenziato le strutture del terreno, ha riportato alla luce un enorme tempio megalitico circolare in una zona situata nel nordest dell’Irlanda. Murphy e il fotografo Ken Williams hanno documentato la scoperta e hanno raccontato:

“Riuscivo a ripetere solo ‘wow’ e qualche parolaccia. Siamo corsi a casa per vedere le immagini al computer, sapevamo che avevamo ripreso qualcosa di sensazionale”.

Per gli archeologi si tratta di una scoperta irripetibile, dato che i segni della piana sono emersi solo grazie all’ondata di caldo che ha seccato l’erba. Ora il nuovo sito sarà studiato e si lavorerà per tracciare una storia dettagliata del tempio.