Israele, scoperto il più antico fossile umano al di fuori dell’Africa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 gennaio 2018 7:22 | Ultimo aggiornamento: 26 gennaio 2018 19:27
Israele, scoperto il più antico fossile umano al di fuori dell'Africa

Israele, scoperto il più antico fossile umano al di fuori dell’Africa

ROMA – Un fossile israeliano, una mascella superiore con alcuni denti, potrebbe riscrivere la storia dell’umanità: i resti scoperti, i più antichi mai ritrovati al di fuori dell’Africa lasciano ipotizzare che l’uomo moderno sia emigrato dal continente 100.000 anni prima di quanto si ritenesse finora.

Dalle analisi, il fossile sembrerebbe avere un età compresa tra i 170 e i 200mila anni circa, ovvero almeno 50mila anni più vecchio di quelli ritrovati finora e datati tra i 90 e i 120mila anni.
In base a questa scoperta, secondo gli scienziati l’uomo primitivo si unì a Neanderthal e altri gruppi di ominidi più a lungo di quanto si pensasse.
Il ritrovamento è stato in un sito chiamato Grotta di Misliya sul Monte Carmelo, una catena montuosa costiera nel nord di Israele.

Rolf Quam, professore associato di antropologia alla Binghamton University, State University of New York e co-autore dello studio pubblicato su Science Magazine, ha dichiarato: “Misliya è una scoperta eccitante. Offre la prova più chiara che i nostri antenati siano emigrati dall’Africa molto prima di quanto credessimo, potenzialmente in grado di incontrarsi e interagire per un lungo periodo con altri gruppi, avendo così maggiori opportunità di scambi culturali e biologici”.

I ricercatori hanno analizzato i resti attraverso diverse tecniche e strumenti di datazione, tra cui scansioni microCt (o microtomografia a raggi X) e modelli virtuali in 3d, e confrontati con altri fossili provenienti da Africa, Europa e Asia.
“Mentre tutti i dettagli anatomici del fossile di Misliya sono coerenti con gli esseri umani moderni, alcune caratteristiche si trovano anche nei Neanderthal e in altri gruppi umani”, ha detto Quam.
“Una delle sfide di questo studio è stata l’identificazione di caratteristiche in Misliya che si trovano solo negli esseri umani moderni. Sono le caratteristiche che forniscono il segnale più chiaro di quali specie rappresenti il fossile”.