Iss, un buco sulla navicella spaziale Soyuz: gli astronauti escono col coltello

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 dicembre 2018 10:40 | Ultimo aggiornamento: 13 dicembre 2018 10:40
Iss, un buco sulla navicella spaziale Soyuz: gli astronauti escono col coltello

Iss, un buco sulla navicella spaziale Soyuz: gli astronauti escono col coltello

ROMA – Cesoie e coltelli in azione fuori dalla Stazione spaziale internazionale (Iss): non si tratta di un assalto alieno, bensì di un’insolita attività extraveicolare, durata quasi otto ore, che ha portato due astronauti russi dell’equipaggio a ‘incidere’ la parete esterna del modulo abitativo della Soyuz attraccata alla Iss nel tentativo di prelevare campioni da inviare a Terra per le indagini in corso sul misterioso buco che lo scorso agosto ha causato un calo di pressione a bordo, facendo perfino ipotizzare il sabotaggio.

La passeggiata spaziale, trasmessa in diretta video, ha visto protagonisti i due astronauti della Roscosmos Oleg Kononenko e Sergei Prokopyev, che hanno dovuto faticare non poco per la loro missione: la Soyuz, infatti, non è stata progettata per essere riparata durante le passeggiate spaziali come la Iss e dunque all’esterno non presenta barre di sicurezza a cui ancorarsi. Una volta raggiunto il sito del buco incriminato, i due ‘operai spaziali’ hanno armeggiato con coltelli e cesoie per tagliare lo strato di isolante termico e lo scudo anti-detriti fino a scoprire (dopo ben cinque ore di attività extraveicolare) lo scafo della Soyuz con la falla ‘rattoppata’ lo scorso agosto.

Gli astronauti hanno prelevato un campione della resina epossidica che fuoriusciva dal buco e altri campioni dalle aree limitrofe: il materiale così raccolto sarà inviato a Terra la prossima settimana per essere analizzato dagli esperti che stanno indagando sull’incidente. A prima vista, però, non sembra che siano stati trovati elementi significativi per risolvere questo ‘giallo’ spaziale.