Japan Airlines testa drone per trasportare beni di prima necessità

di Caterina Galloni
Pubblicato il 22 Novembre 2020 16:30 | Ultimo aggiornamento: 19 Novembre 2020 16:24
japan airlines drone

Japan Airlines testa drone per trasportare beni di prima necessità

Il volo di prova, interrotto a causa di venti contrari, fa comunque parte di test mirati a rendere operativi i servizi logistici utilizzando velivoli senza pilota.

La Japan Airlines ha pilotato un drone che trasportava beni di prima necessità a Yobu, una città situata in una zona montuosa del Giappone occidentale.

Durante il volo di prova un drone ad ala fissa, in grado di volare fino a 30 km/h è partito da un parco di Yabu, nella prefettura di Hyogo.

Il drone era stato programmato per consegnare le merci, compresi i medicinali, a una clinica a circa 5 km di distanza, ma è stato messo a terra per problemi di sicurezza poiché il vento soffiava da una direzione diversa da quella prevista.

I test della Japan Airlines

A marzo, Japan Airlines è riuscita a far volare un drone tra un ospedale e una clinica di una città a più di 20 km di distanza.

Masato Kunezaki, un funzionario della JAL responsabile del progetto dei droni, ha affermato che la compagnia aerea testerà diversi tipi di droni più resistenti al vento.

La scorsa primavera, nel tentativo di risolvere i problemi che affrontano le aree regionali in cui le reti di trasporto sono scarse a causa dello spopolamento, JAL ha collaborato con Drone Corp. e il governo di Yabu.

Poiché la pandemia ha inciso pesantemente sui voli di linea, JAL e la concorrente All Nippon Airways Co., sperano di poter recuperare attraverso l’attività dei droni e utilizzare la loro esperienza per garantire voli sicuri dei droni.

All’inizio di novembre, JAL ha inoltre testato un elicottero senza pilota di piccole dimensioni in una remota città di Shinkamigoto, sulle isole Goto nella prefettura di Nagasaki, nel sud-ovest del Giappone. (Fonte: english.kyodonews.net)