La Terra finirà schiacciata da Mercurio. Ma non domani, e neanche mercoledì

Pubblicato il 11 giugno 2009 21:02 | Ultimo aggiornamento: 11 giugno 2009 21:02

Chi pensa che  i pianeti gravitino nell’universo fissi nella loro orbita, deve ricredersi. Ogni secolo, infatti, si muovono. Questo loro spostamento potrebbe provocare un crash universale della via Lattea. Insomma, tra tre miliardi di anni avverrà una specie di catastrofe planetaria e Marte, Venere, Mercurio si scontreranno con la Terra.

Il ruolo di motore primo del disastro spetterà al pianetino Mercurio che, secondo lo studio realizzato dai ricercatori dell’Osservatorio di Parigi Jacques Laskar e Mickael Gastineau pubblicato su Nature, innescherebbe una fatale reazione a catena. Fuoriuscendo dalla sua orbita, Mercurio incrocerebbe infatti Venere finendo in rotta di collisione anche con Marte e la Terra.

A questa conclusione gli esperti sono arrivati dopo aver simulato 2.501 scenari del nostro sistema solare in ciascuno dei quali si è ipotizzata una piccola variazione di orbita dei pianeti più vicini a noi.