Latte ogm contro le allergie. Merito della Mucca clonata Daisy

Pubblicato il 2 ottobre 2012 18:23 | Ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2012 18:24

WELLINGTON – Le persone che sono allergiche al latte potrebbero presto tornare a berlo senza rischiare pesanti conseguenze sulla digestione. Merito di Daisy, la mucca geneticamente modificata creata da uno staff di ricercatori in Nuova Zelanda.

Questa mucca sarebbe infatti in grado di produrre latte privo di beta-lactoglobulina, proteina che può causare allergie alla pelle, al sistema digestivo e respiratorio, soprattutto nei bambini. Un neonato su cento è infatti allergico al latte, ma molti di loro riescono a guarire naturalmente.

Stefan Wagner, tra gli autori della ricerca, ha spiegato a Live Science: “Dal momento che la proteina non è presente nel latte umano, non sorprende che questa proteina non venga riconosciuta come propria nei bambini, e provochi quindi reazioni allergiche”.

La mucca è stata creata secondo lo stesso processo di clonazione che ha portato alla “nascita” della pecora Dolly nel 1996, intervenendo a livello di DNA e RNA.

Il latte di Daisy ha così livelli della proteina beta-lactoglobulina molto inferiori rispetto al latte delle altre mucche non geneticamente modificate e può essere bevuto anche dalle persone sensibili al latte.