Sulla Luna potrebbero esserci migliaia di tardigradi (portati dall’uomo)

di Caterina Galloni
Pubblicato il 8 Agosto 2019 7:28 | Ultimo aggiornamento: 7 Agosto 2019 18:40
Un tardigrado

Un tardigrado (foto Ansa)

ROMA – La Luna potrebbe essere abitata da migliaia di tardigradi, minuscoli animali super resistenti, trasportati dal lander israeliano precipitato sul luminare ad aprile e forse sopravvissuti all’impatto.

Gli esperti tuttavia sostengono che è impossibile sapere se i tardigradi saranno in grado di resistere al paesaggio brullo e alle dure condizioni della superficie lunare. Il veicolo spaziale israeliano Beresheet, aveva tentato di atterrare l’11 aprile con una serie di strumenti scientifici e insieme dei campioni di DNA umano, i tardigradi e circa 30 milioni di pagine digitalizzate di informazioni sulla società e la cultura umana.

Il veicolo avrebbe dovuto compiere un atterraggio controllato, ma a causa di un problema tecnico si è schiantato sul suolo lunare rompendosi in diversi pezzi. Per proteggere i campioni di DNA e i tardigradi, sono stati sigillati in uno strato di resina, grande quanto un DVD. Altri migliaia di “orsi di mare” sono stati invece incapsulati su un pezzo di nastro kapton da 1 cm.

I tardigradi fanno parte del progetto,”Lunar Library”, ideato da Nova Spivack, un imprenditore statunitense che vedeva la missione Beresheet come il primo passo per la creazione di un “backup della Terra” composto da tutte le conoscenze dell’umanità. I tardigradi ora popolano la superficie lunare e potrebbero non essere tutti morti. Questi animali super resistenti, in presenza di condizioni di temperatura e pressione estreme, entrano in una sorta di letargo che può durare decenni. Riducono al minimo i processi metabolici, espellono quasi completamente l’acqua dalle loro cellule e la sostituiscono con una proteina, una sorta di sostanza vetrosa, che permette loro di rimanere cristallizzati per decenni. Quando le condizioni tornano a essere favorevoli, si reidratano e tornano a essere vitali. Nel duro habitat della luna, nessun piano immediato di aiuto e in assenza di acqua, questi animali non potranno riprendere a muoversi né riprodursi, quindi la possibilità che la Luna sia colonizzata dai tardigradi nei prossimi decenni non è ipotizzabile.

Fonte: Daily Mail.