Messico, cratere vulcanico inghiottito dalla città che cresce

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 novembre 2018 11:03 | Ultimo aggiornamento: 14 novembre 2018 11:03

Messico, cratere vulcanico inghiottito dalla città che cresce

CITTA’ DEL MESSICO – La città che cresce sempre di più sconfina nel cratere vulcanico di Cerro de Xico in Messico. Le case nascono in prossimità dell’anello di tufo perfettamente circolare dove una volta c’era il lago di Chalco, formato proprio dalle eruzioni di un sopito vulcano.

Noemi Penna su La Stampa scrive che il Cerro de Xico si trova a circa 40 chilometri dal centro di Città del Messico e lentamente sta venendo inglobato dal crescente sviluppo urbano. Ad oggi le abitazioni erano rimaste al di fuori dell’anello, ma ora gli agricoltori hanno sconfinato circondandolo di case. 

All’interno dei bordi del cratere vulcanico e lago prosciugato, gli agricoltori hanno arato i campi e migliaia di famiglie continuano ad arrivare nella region sperando di trovare lavoro proprio nel cratere, ribattezzato dalla popolazione l’ombelico del mondo o Ombligo de mundo.

Anche se è molto vicino alla capitale, la zona non presenta infrastrutture. Non ci sono in prossimità di Cerro de Xivo né strade asfaltate, né scuole. L’area infatti è riservata all’agricoltura e le lottizzazioni, la cui maggior parte sono illegali, stanno creando diversi problemi e alterando il territorio, come appare evidente nelle immagini che i satelliti hanno scattato della zona. E così per una volta, è la città a inghiottire quello che fu un vulcano.