Neanderthal, denti fossili di 450 mila anni fa trovati in Italia riscrivono l’evoluzione

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 ottobre 2018 5:58 | Ultimo aggiornamento: 24 ottobre 2018 2:16
Neanderthal, denti fossili di 450 mila anni fa trovati in Italia riscrivono l'evoluzione

Neanderthal, denti fossili di 450 mila anni fa trovati in Italia riscrivono l’evoluzione

ROMA – Scoperte a Fontana Ranuccio, nei pressi di Anagni (Frosinone) e a Visogliano (Trieste) le più antiche testimonianze dell’evoluzione umana mai trovate in Italia. Si tratta di denti di uomini di Neanderthal risalenti a 450.000 anni fa nel Pleistocene, le cui caratteristiche sono visibilmente diverse dagli altri denti noti di quell’epoca in Eurasia.

Dai risultati del nuovo studio, pubblicato sulla rivista Plos One, le scansioni Micro-CT e le analisi morfologiche dei denti del Pleistocene rivelano caratteristiche simili a quelle di Neanderthal rispetto ad altre specie umane ma presentano marcate differenze con i denti dell’uomo moderno. “Possiamo collocare gli uomini di Neanderthal tra i 100mila e i 40mila anni fa, la dinastia neanderthaliana prima di quel periodo non è ben conosciuta”, ha detto Clément Zanolli dell’Università Touluse III.

“La struttura interna della dentatura somiglia anche a quella degli antichi abitanti della Sierra di Atapuerca in Spagna, anch’essi della linea evolutiva dei Neanderthal, ritrovata nel sito di Sima de los Huesos. Ciò indica che un modello morfologico dentale generalmente neanderthaliano si era preconfigurato nell’Europa Occidentale in un periodo almeno tra 430 e 450mila anni fa”, ha osservato Zanolli.