I Neanderthal sapevano accendere il fuoco. La ricerca di una università olandese

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 luglio 2018 6:47 | Ultimo aggiornamento: 21 luglio 2018 15:07
I Neanderthal sapevano accendere il fuoco. La ricerca di una università olandese (foto Ansa)

I Neanderthal sapevano accendere il fuoco. La ricerca di una università olandese (foto Ansa)

ROMA – I Neanderthal [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] sapevano accendere il fuoco, non lo raccoglievano dagli incendi naturali: a rivelarlo sono antichi strumenti in selce risalenti a 50.000 anni fa che hanno tracce di pirite, la comune pietra focaia, e la scoperta è di un gruppo dell’università olandese di Leiden coordinato da Andrew Sorensen e dell’università di Bordeaux in Francia.

La scoperta supporta l’idea che i Neanderthal possedessero capacità tecnologiche simili a quelle dei Sapiens, non erano dunque rozzi e primitivi.
Dallo studio, pubblicato su Scientific Reports, è emerso che gli stessi strumenti recano anche segni di percussioni e tracce di pirite, le quali indicano che sono stati ripetutamente colpiti con il minerale. Per ottenere una scintilla, infatti, la selce deve essere colpita con la pirite.

Gli esperti erano già a conoscenza che i Neanderthal erano abili nell’uso del fuoco, che utilizzavano per creare luce e calore, nonché per cucinare e proteggersi dai predatori.
“Anche se è difficile dire con certezza per cosa sia stato specificamente utilizzato il fuoco, abbiamo prove che i Neanderthal lo usavano per modellare utensili in legno e per produrre catrame di corteccia di betulla, il secondo richiedeva una conoscenza abbastanza avanzata””, ha dichiarato Sorensen al MailOnline.
A febbraio, i ricercatori hanno trovato prove della produzione di fuoco dei Neanderthal nella Toscana meridionale e scoperto che circa 171.000 anni fa lo utilizzavano per cercare cibo e nella caccia.