Nobel per la Fisica 2018 ai pionieri del laser Ashkin, Mourou e Donna Strickland

di Veronica Nicosia
Pubblicato il 2 ottobre 2018 12:18 | Ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2018 12:19
Nobel Fisica 2018 a Ashkin, Mourou e Donna Strickland: pionieri del laser

Nobel per la Fisica 2018 ai pionieri del laser Ashkin, Mourou e Donna Strickland

ROMA – Il Nobel per la Fisica 2018 è stato assegnato ai pionieri del laser Arthur Ashkin, Gerald Gérard Mourou e Donna Strickland. Le loro ricerche hanno permesso di esplorare le potenzialità dei laser e progettare applicazioni in molti campi, compresa la biologia. Per la terza volta da quando il premio è stato istituito, c’è una donna tra i tre premiati. L’ultima volta che un premio era stato assegnato a una donna era il 1963, a Maria Goeppert-Mayer, e 60 anni prima di lei era stato assegnato a Marie Curie.

I vincitori sono Arthur Ashkin, nato nel 1922 in New York, Mourou nato nel 1944 ad Albertville, in Francia, e Donna Strickland, nata nel 1959 a Guelph, in Canada. Metà del premio da 9 milioni di corone svedesi è stato assegnato ad Ashkin per le sue ricerche sulle pinzette ottiche e le loro applicazioni ai sistemi biologici. Le pinzette ottiche di Ashkin permettono di afferrare particelle, atomi e molecole con le loro “dita” di fasci laser. Inoltre hanno permesso di osservare virus, batteri e altre cellule viventi, manipolarle ed esaminarle senza danneggiarle, offrendo una nuova opportunità nell’osservazione e nel controllo dei meccanismi della vita.

L’altra metà del premio invece è stata assegnata a Mourou e Strickland per i loro metodi per generare impulsi ottici ad alta intensità e ultra corti. La tecnica utilizzata dai due scienziati per raggiungere i loro obiettivi ha aperto la strada a nuove aree di ricerca, conducendo a importanti applicazioni industriali e mediche, come ad esempio i fasci laser per le operazioni di correzione della vista.  

Si tratta di invenzioni che hanno rivoluzionato la fisica dei laser, che ha implicazioni non solo nel campo fisico, ma anche in quello chimico, biologico e medico permettendo la progettazione e costruzione di strumenti di grandissima precisione.