Orion, la navicella spaziale partirà grazie all’Europa. Ma Trump celebra solo gli USA

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 luglio 2018 6:53 | Ultimo aggiornamento: 27 luglio 2018 17:02
Orion, la navicella spaziale partirà grazie all'Europa. Ma Trump celebra solo gli USA

Orion, la navicella spaziale partirà grazie all’Europa. Ma Trump celebra solo gli USA

ROMA – La navicella spaziale Orion, uno dei prodotti principali della vetrina “Made in America” ospitata da Donald Trump alla Casa Bianca, orbiterà nello spazio grazie all’Europa.

Il modulo di servizio [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] fornirà alla navicella spaziale Orion la propulsione, l’energia elettrica attraverso i pannelli solari, l’aria e l’acqua per gli astronauti e segna una nuova partenza per la NASA che tuttavia Trump, all’evento che ha celebrato la produzione USA non ha menzionato.
“Per la prima volta”, ha dichiarato l’agenzia, “la NASA userà un sistema costruito in Europa come elemento fondamentale per potenziare un veicolo spaziale americano”.

Airbus, principale concorrente della Boeing nei viaggi aerei commerciali, guida una serie di società europee che hanno creato il modulo di servizio.
L’attuale capsula dell’equipaggio di Orion, realizzata da Lockheed Martin in qualità di prime contractor con oltre 1.000 società in tutto il territorio degli Stati Uniti, era presente nella zona South Lawn della Casa Bianca con un’impressionante serie di prodotti realizzati negli Stati Uniti.

La natura multinazionale dell’industria spaziale e dell’esplorazione, e dello stesso veicolo spaziale, da Trump non è stata riconosciuta.
“Nel South Lawn, c’è la capsula spaziale e ogni parte è stataa realizzata qui, in America”, ha detto il presidente USA.
L’unico riferimento all’Europa è stato riguardo alla guerra commerciale che sta perseguendo.
“L’Unione europea è stata molto dura nei confronti degli Stati Uniti” e per frenare le importazioni di auto europee se i negoziati non si risolvono “dovremo fare qualcosa”.
La globalizzazione della produzione ha reso difficile isolare i prodotti interamente fabbricati negli Stati Uniti. I veicoli in genere hanno alcune o molte parti estere e in un’industria automobilistica integrata da lungo tempo, i veicoli costruiti in Canada possono essere considerati dagli Stati Uniti come nazionali.
Nell’evento Made in America dello scorso anno, Trump ha soffermato l’attenzione su un jet Boeing che per il 30%  era di fabbricazione straniera.
La Casa Bianca, sempre ai fini della vetrina “Made in America, cita uno standard della Federal Trade Commission che definisce un prodotto fabbricato negli Stati Uniti come avente contenuto estraneo nullo o trascurabile e che passa attraverso l’assemblaggio o l’elaborazione finale nel paese.
Inoltre, la Casa Bianca sostiene di selezionare solo prodotti di società di proprietà e gestione americane.
Con questi criteri, osserva il Daily Mail, sembra che la capsula dell’equipaggio di Orion in mostra all’evento soddisfi gli standard USA ma in realtà non lo sarebbe.
La NASA considera il modulo europeo uno dei tre elementi principali del veicolo spaziale, gli altri due sono il modulo equipaggio e il sistema di interruzione del lancio.
“Il modulo di servizio di Orion è la centrale elettrica dell’astronave, fornisce energia elettrica, propulsione, controllo termico, aria e acqua di cui si ha bisogno nello spazio”, afferma la NASA.
“Dopo che il razzo Space Launch System dà a Orion la spinta necessaria per navigare nello spazio profondo e staccarsi da questo, il modulo di servizio sposta la navicella sulla missione di 64.000 km, oltre la luna, e la aiuta a tornare sulla Terra, a staccarsi prima che il modulo dell’equipaggio rientri nell’atmosfera terrestre”.
L’amministrazione Trump prevede un lancio di prova senza equipaggio nel 2020 e tre anni dopo, la prima missione con astronauti a bordo.
Orion è progettato per sostituire lo space shuttle e trasportare gli umani nello spazio più profondo.
Nel 2014, un volo di prova del 2014 ha utilizzato un modulo di servizio diverso, il tipo europeo sarà in funzione nei futuri voli.