Pecore digitali per portare il wi-fi nelle campagne del Galles

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Gennaio 2015 17:04 | Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio 2015 17:05

 

Pecore digitali per portare il wi-fi nelle campagne del Galles

Pecore con telecamere durante il Tour de France

CARDIFF – E se le pecore, oltre al latte e alla lana, portassero anche un po’ di wi-fi sui verdi e sperduti prati del Galles? E’ la trovata di un ricercatore della Lancaster University, Gordon Blair, che ha pensato di dotare gli ovini di un collare digitale per allargare la copertura della rete. In pratica le pecore digitali fungeranno da hotspot vaganti che, continuando a brucare e pascolare, porteranno l’accesso a internet fin nelle zone più remote e rurali.

E le pecorelle smarrite? Il collare servirà anche a questo, consentendo di rintracciare gli animali che dovessero allontanarsi dal gregge o perdersi. Così come sarebbe possibile monitorare tutta una serie di fattori ambientali come il livello dei fiumi o lo stato dei pascoli. E con i dati raccolti combinati alle condizioni atmosferiche, si potrà creare un algoritmo in grado di prevedere eventuali calamità.

Le pecore digitali rientrerebbero nel progetto sperimentale di portare l’Internet delle cose nella contea di Conwy, in Galles, per realizzare il quale Gordon Blair ha ricevuto un assegno di 220 mila euro dall’Engineering and Physical Sciences Research Council.

Del resto non sarebbe  la prima volta che gli inglesi fanno un uso creativo delle loro pecore. Già questa estate, durante le tappe inglesi del Tour de France alcune pecore dello Yorkshire sono state dotate di videocamere per filmare la corsa da angolazioni insolite.