Pianeta Nove esiste? Nuovi dati a favore della ricerca: “Lo troveremo entro 10 anni”

di Veronica Nicosia
Pubblicato il 1 marzo 2019 12:47 | Ultimo aggiornamento: 1 marzo 2019 12:47
Pianeta Nove scoperto entro 10 anni? Nuovi dati sulla sua esistenza

Pianeta Nove esiste? Nuovi dati a favore della ricerca del misterioso corpo celeste

ROMA – Il misterioso Pianeta Nove potrebbe esistere, anzi quasi sicuramente è lì da qualche parte nel nostro sistema solare ed entro 10 anni potremo scoprirlo. Due nuovi studi pubblicati nel 2019 sembrano confermare la teoria, avanzata nel 2016, della presenza di un corpo celeste oltre la fascia di Kuiper ma la caccia è ancora aperta per gli astronomi. Una caccia che ora si avvale di informazioni più dettagliate che potrebbero aiutare nella sua ricerca e individuazione.

I due studi portano la firma anche stavolta di Konstantin Batygin e Mike Brown del California Institute of Technology (Caltech), i primi a ipotizzare e lanciare la caccia al misterioso pianeta nel 2016.

La prima ricerca, pubblicata sul The Astronomical Journal, ha stimato che lo strano comportamento osservato per gli asteroidi e le comete che orbitano nella fascia di Kuiper, subito dopo il pianeta Nettuno, ha solo 1 possibilità su 500 di trovare una spiegazione legata alla distorta prospettiva di osservazione che abbiamo dalla Terra.

Non una conferma diretta alla sua esistenza, ma un risultato che aumenta la probabilità che a causare quel comportamento insolito degli oggetti celesti sia proprio l’influenza gravitazionale del pianeta Nove. Brown ha commentato: “Anche se l’analisi non dice niente sull’esistenza o meno del pianeta, indica però che la nostra ipotesi giace su solide fondamenta”.

Il secondo studio invece sarà pubblicato sulla rivista Physics Reports e fornisce preziose informazioni sulle dimensioni e la distanza del pianeta dal Sole. Il risultato del nuovo articolo passa in rassegna migliaia di modelli al computer sull’evoluzione della parte più esterna del nostro sistema solare. Dai dati, il corpo celeste potrebbe essere una “super-Terra”, grande almeno 5 volte il nostro pianeta, e trovarsi a una distanza di circa 60 miliardi di chilometri dalla nostra stella.

Secondo Batygin, grazie ai dati ora a disposizione degli astronomi, la sua scoperta potrebbe avvenire già entro il prossimo decennio: “La cosa che mi piace di più dell’ipotesi del Pianeta 9 è che la sua esistenza si può verificare con le osservazioni. La prospettiva di vedere un giorno le immagini reali del pianeta è assolutamente elettrizzante, e anche se dal punto di vista astronomico rappresenta una grande sfida, sono molto ottimista sul fatto che entro il prossimo decennio avremo la prima immagine”. La caccia al misterioso pianeta è aperta e una nuova scoperta potrebbe essere più vicina di quanto pensiamo.

Fonte Caltech