Ping calls: la truffa delle telefonate con lo squillo che prosciuga il credito

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Dicembre 2019 9:44 | Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre 2019 9:44
Ping calls: la truffa delle telefonate con lo squillo che prosciuga il credito

Ping calls: la truffa delle telefonate con lo squillo che prosciuga il credito (Foto archivio Ansa)

ROMA – La truffa delle telefonate con lo squillo che prosciuga il credito: ecco i prefissi pericolosi, dalla Tunisia al Kosovo. Questi nuovi e pericolosi squilli truffa si chiamano Ping calls. La truffa è semplice e sta nel farsi richiamare dopo aver fatto uno squillo ad un cellulare. Ed è a quel punto che ci si ritrova senza credito.

Chi prova a richiamare il numero infatti viene reindirizzato automaticamente a una linea a pagamento dal costo di ben 1,50 euro al secondo. Soldi che vanno a finire direttamente nelle tasche di ignoti. Nell’ipotesi peggiore (per chi ad esempio non utilizza carte ricaricabili, ma ha l’addebito sul conto), i truffatori riescono ad arrivare ai dati della carta di credito o dei conti correnti.

I prefissi. Per il momento, sono stati segnalati soprattutto numeri con il prefisso della Tunisia (+216), ma nella ci sono anche numeri con i seguenti prefissi: +373 (Moldavia), 678 (Vanuatu, Sud Pacifico); +383 (Kosovo); +375 (Bielorussia); +371 (Lettonia); + 255 (Tanzania); + 44 (Gran Bretagna). In genere dall’altra parte della cornetta non ci sono persone, ma software che compongono numeri a caso o rubriche telefoniche comprate sul web in maniera illegale. (Fonte Il Messaggero).