Prima donna sulla Luna nel 2024. Nasa seleziona i 18 astronauti in corsa per la missione Artemis

di Caterina Galloni
Pubblicato il 13 Dicembre 2020 14:06 | Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre 2020 20:56
Prima donna sulla Luna nel 2024. Nasa seleziona i 18 astronauti in corsa per la missione Artemis

Prima donna sulla Luna nel 2024. Nasa seleziona i 18 astronauti in corsa per la missione Artemis

Missione Artemis III, la Nasa ha dato il via alla selezione per la prima donna che metterà piede sulla Luna, forse già entro il 2024. La Nasa ha diffuso i piani aggiornati per le imminenti missioni Artemis e, in particolare, nuovi dettagli sulla realizzazione di una base lunare e sul primo sbarco sulla Luna con equipaggio.

Il nuovo rapporto di 188 pagine della Nasa entra in dettaglio sugli obiettivi dell’agenzia e sulle motivazioni per il campo base di Artemis, il primo avamposto umano permanente su un altro pianeta, che prevede di iniziare con la missione Artemis III nel 2024.

In vista della missione, sono stati selezionati per l’addestramento diciotto astronauti, nove uomini e nove donne, secondo quanto riportato da futurism.com.

La Nasa ha identificato le priorità scientifiche dell’agenzia per la missione Artemis III, che lancerà la prima donna e il prossimo uomo sulla Luna nel 2024. Le priorità e una serie di attività candidate sono incluse in un nuovo rapporto.

La missione Artemis III

L’Artemis III Science Definition Team, che comprende dipendenti federali e consulenti con esperienza nella scienza lunare, ha dato priorità alle indagini che aiuteranno la Nasa a comprendere i rischi e le potenziali risorse del Polo Sud della Luna, dove l’agenzia spera di stabilire un campo base Artemis entro la fine del decennio.

“La Luna ha un vasto potenziale scientifico e gli astronauti ci aiuteranno a rendere possibile sondare questo aspetto”, ha affermato Thomas Zurbuchen, amministratore associato della Direzione della missione scientifica Nasa.

Il team ha inoltre valutato quali obiettivi scientifici potrebbero essere realisticamente realizzati durante la missione di Artemis III.

La Nasa svilupperà un piano dettagliato delle operazioni della missione quando le capacità del sistema di atterraggio umano, un sito di atterraggio e altri dettagli architettonici saranno messi maggiormente a fuoco.

Le procedure e le tecniche operative sviluppate per Artemis III saranno utilizzate anche per le future missioni Artemis. (Fonte: futurism.com).