Samsung lancia smartphone pieghevole e “parlerà” Android

di Veronica Nicosia
Pubblicato il 8 novembre 2018 18:53 | Ultimo aggiornamento: 8 novembre 2018 20:05
Samsung, smartphone pieghevole che diventa grande come un tablet

Samsung lancia smartphone pieghevole: lo apri e diventa un tablet

ROMA – Lo smartphone pieghevole è stato svelato da Samsung a San Francisco l’8 novembre durante la conferenza degli sviluppatori. Uno schermo da 4,6 pollici nella modalità smartphone che una volta dispiegato diventa un tablet da 7,3 pollici pronto all’uso. Intanto Google ha annunciato che il sistema operativo Android supporterà il nascente filone degli smartphone pieghevoli. 

L’azienda coreana ha lanciato il suo nuovo prototipo durante la conferenza degli sviluppatori, con un modello che non solo è pieghevole, ma ha una interfaccia ridisegnata per essere più pulita e intuitiva. 

L’Infinity Flex Display può funzionare sia come smartphone che come tablet ed è pensato per il multitasking: può ospitare 3 applicazioni contemporaneamente. Samsung ha spiegato che il display  entrerà in produzione nel giro di alcuni mesi, sottolineando però di non sapere quando arriverà sugli scaffali: non c’è infatti ancora una vera data di lancio sul mercato.

Il primato dello smartphone pieghevole però non andrà a Samsung. Nei giorni scorsi infatti una piccola azienda californiana, la Royole, ha presentato uno smartphone con display flessibile che si apre diventando un tablet e che dovrebbe arrivare sul mercato entro la fine dell’anno. Nel corso della conferenza Samsung ha annunciato novità anche per l’assistente vocale Bixby, che apre agli sviluppatori per entrare in applicazioni e dispositivi di altri produttori, e che nei prossimi mesi parlerà altre cinque lingue: italiano, spagnolo, francese, tedesco e inglese britannico. 

Il vicepresidente Dave Burke durante la conferenza degli sviluppatori ha sottolineato come Google stia migliorando Android per poter sfruttar il nuovo fattore forma: “Il pieghevole è sia un telefono che un tablet, la continuità dello schermo è importante”. Questo significa che le applicazioni dovranno adattarsi alle dimensioni del display senza discontinuità, una modalità simile a quella che già utilizziamo ad esempio quando giriamo il display per edere un video.   

D’altronde a partire dal 2017 le vendite globali di smartphone sono diminuite dell’1 percento e non va meglio nel 2018: tre trimestri tutti col segno meno. La frequenza con cui cambiamo telefono è sempre minore, dato che ormai la qualità e i servizi offerti sono molti e di alto livello, tanto da non esserci vere e proprie innovazioni da spingere a un ricambio. In questo contesto i pieghevoli, insieme ai modelli compatibili con il 5G che miglioreranno la fruizione di video e realtà virtuale, sono ciò su cui puntano le aziende per rivitalizzare le vendite a partire dal 2019.