Santa Chiara rattoppò la tonaca di San Francesco con le pezze del suo mantello

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 Ottobre 2019 12:44 | Ultimo aggiornamento: 3 Ottobre 2019 12:44
Santa Chiara rattoppò la tonaca di San Francesco con le pezze del suo mantello

San Francesco dipinto da Cimabue (foto Ansa)

ROMA – Fu Santa Chiara a rattoppare la tonaca di San Francesco, ancora oggi conservata nella Sala delle Reliquie presso la Basilica ad Assisi. E’ l’affascinante ipotesi della studiosa svizzera di tessuti antichi Mechthild Flury-Lemberg pubblicata nel prossimo numero della Rivista San Francesco, dedicato proprio alla veste del Santo d’Assisi.

La scoperta – si legge nello speciale – nasce da uno studio del 1988 per anni rimasto inosservato negli archivi e riportato in esclusiva nel periodico francescano di ottobre. “Mentre cercavamo in archivio notizie sulla tonaca di San Francesco ci siamo imbattuti in un articolo pubblicato nel 1989 che riproponeva la ricerca della professoressa Flury-Lemberg che ha subito attirato la nostra attenzione” ha spiegato il direttore del periodico, padre Enzo Fortunato.

Flury- Lemberg, che è stata anche alla guida del gruppo di restauro della Sacra Sindone nel 2002, sostiene che la santa avrebbe preso pezzi del suo mantello per riparare la tunica del Poverello.

“Osservando il mantello di Chiara – scrive la studiosa – potei subito stabilire un rapporto con la tonaca di Francesco: le molte pezze marroni poste con cura sulla tonaca di Francesco provengono tutte dal mantello di Chiara!”.

“Abbiamo contato – racconta padre Fortunato nel suo editoriale – 31 rattoppi della tonaca, di cui 19 sembra provengano dal mantello di Santa Chiara. Una scoperta che ci racconta la devozione, la stima e l’affetto spirituale dell’uomo per l’altro, ma in questo caso di Chiara per Francesco. Solo l’amore – conclude padre Fortunato – può ricucire, rattoppare e ricominciare”.

Fonte: Ansa