Scarafaggi, ecco perché sono indistruttibili. Il segreto è nel loro DNA

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 marzo 2018 6:37 | Ultimo aggiornamento: 23 marzo 2018 17:40
Scarafacci, ecco perché sono indistruttibili. Il segreto è nel loro DNA (foto Ansa)

Scarafaggi, ecco perché sono indistruttibili. Il segreto è nel loro DNA (foto Ansa)

ROMA – Gli scarafaggi sono considerati insetti repellenti, prosperano nella sporcizia, sono difficili da schiacciare, si nutrono di tutto: gli scienziati studiando il loro DNA hanno identificato dei geni che rappresentano il segreto della loro longevità, la resistenza alle infezioni, agli alimenti scaduti e persino alle zampe staccate.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela

La blatta americana, Periplaneta americana, è uno spazzino onnivoro e una delle più grandi specie di insetti che condivide l’habitat con l’uomo.
Shui Zhan, scienziato dell’Institute of Plant Physiology and Ecology di Shanghai, ha sequenziato 20.000 geni, lo stesso numero di un essere umano, che rendono questa creatura indistruttibile, la mettono in grado di  di percepire gli odori che provengono dal cibo, in particolare se sta fermentando.

Altri geni controllano il sistema interno di disintossicazione, il che significa che lo scarafaggio può tollerare cibi tossici, è in grado di controllare le infezioni e sopravvivere in ambienti estremi, scrive il Guardian.
Non solo, un’ulteriore porzione di Dna consente di rigenerare gli arti spezzati, come è per i moscerini della frutta.
Ha un genoma enorme: fra  gli insetti studiati finora è secondo solo a quello delle locuste.
I ricercatori tuttavia sostengono, al contrario del luogo comune, che non possano sopravvivere a un armageddon nucleare. “E’ un’esagerazione e non è stata mai provata”, ha detto Zhan.

Gli scienziati hanno anche scoperto che lo scarafaggio americano da un punto di vista genetico è strettamente correlato a due specie di termiti.
Potrebbe essere usato come “un valido modello per studiare le relazioni evolutive tra gli scarafaggi e le termiti”, hanno scritto nello studio.
Le femmine dello scarafaggio non hanno bisogno del maschio, possono riprodursi per anni e generare altre femmine.
A differenza degli scarafaggi maschi che combattono tra loro quando sono in gruppo, le femmine insieme armonizzano i loro cicli riproduttivi, producono uova più di quanto farebbero se fossero sole.
Gli esperti ritengono che questo comportamento sia un esempio primitivo di cooperazione femminile.
Gli scarafaggi americani femmine possono produrre uova per partenogenesi,  un tipo di riproduzione asessuata, secondo una ricerca dell’Università Hokkaido in Giappone.
La loro progenie si sviluppa solo dall’uovo materno, sono sempre femmine ma sopravvivono e possono riprodursi.