Scienze/ “Le formiche hanno molto da insegnarci sul traffico”: se l’uomo le imitasse potrebbe evitare gli incidenti stradali

Pubblicato il 15 Luglio 2009 18:58 | Ultimo aggiornamento: 15 Luglio 2009 19:08

«Le formiche, con i loro occhi e sistemi di navigazione semplici ma efficaci, trovano la strada per le loro destinazioni e organizzano il flusso di traffico in maniera migliore di noi umani, avrebbero molto da insegnarci». Lo afferma il biologo Ajiay Narendra dell’università nazionale in Canberra in Australia, che ha dedicato gli ultimi dieci anni a studiare le formiche e il loro sistema di lettura del mondo esterno.

Attraverso lo studio di quattro specie di formiche bulldog della boscaglia australiana, lo studioso ha constatato che tra le diverse specie di formiche, che hanno un pungiglione velenoso e mascelle molto grandi, ci sia una divisione del lavoro che permette a ciascuna specie di avere del cibo a disposizione. Abbiamo così una specie che esce solo di notte per mangiare e una che esce solo di giorno, ad esempio.

«Gli insetti ci hanno già insegnato sistemi affidabili da usare nella visione dei robot, nei sistemi di sorveglianza e negli aerei senza pilota, ma credo che vi sia molto di più da imparare», spiega Narendra.«Le formiche sono animali sociali e comunicano efficacemente fra loro. Questa cooperazione consente di organizzare con efficienza l’esplorazione, la ricerca di cibo e il traffico di rifornimento. Se potremo capire come lo fanno, sarà possibile applicare gli stessi principi agli autoveicoli».