Smartphone, ansia da batteria scarica: sei Survivor, Booster o Borrower?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Aprile 2019 11:04 | Ultimo aggiornamento: 8 Maggio 2019 11:58
Smartphone, hai ansia da batteria scarica: sei Survivor, Booster o Borrower?

Smartphone, ansia da batteria scarica: sei Survivor, Booster o Borrower? (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Prima di uscire di casa controlli se il tuo smartphone è carico? Se la risposta è sì, è probabile che anche tu viva “l’ansia da batteria scarica”. Secondo un recente studio sulle abitudini degli italiani riguardo alla batteria del proprio smartphone, abbiamo suddiviso gli “ansiosi” in 3 categorie. Tu che ansioso sei?

1. Il Survivor: un survivor è colui che è sempre previdente, chiude le applicazioni quando non le usa, abbassa la luminosità al minimo e passa alla modalità di risparmio energetico appena stacca il telefono dal caricatore. Vive con ansia il momento in cui la carica scende sotto al 40% e non sa se riuscirà a sopravvivere se il telefono di spegne.

2. Il Booster: il booster porta sempre con sé un power bank, a volte anche due, e ovviamente il caricabatterie. Se si ferma a prendere un caffè al bar trova subito la presa di corrente a cui collegarsi. La prevenzione non è mai troppa.

3. Il Borrower: il borrower o mutuatario dimentica di caricare il telefono prima di andare a dormire, esce la mattina di fretta con un misero 10% e vive tutto il giorno sul filo del rasoio. Cercherà costantemente un booster che gli presti il caricatore.

Per fortuna i produttori di smartphone stanno investendo nel creare batterie che durano sempre più a lungo. Gli ultimi modelli presentano batterie notevoli: l’iPhone XS+ con una batteria da 3174 mAh dura XX volte più a lungo rispetto al modello precedente ed il Samsung Galaxy S10+ uscito 20 giorni fa con una batteria da 4100mAh è addirittura una batteria “intelligente”.

Altra novità la ha presentata Samsung, i cui ultimi device hanno la funzione Wireless PowerShare, che consente di ricaricare qualsiasi telefono o dispositivo compatibile con lo standard Qi, usando la batteria del Galaxy S10. In poche parole, questa funzione trasforma il telefono in un tappetino di ricarica wireless, una sorta di power bank alternativo, perfetto per chi vive in mobilità lavoro, tempo libero, chat e social network. Se sei un Booster il Samsung Galaxy S10 è quindi lo smartphone adatto a te, servirà anche ai tuoi amici Borrower.