Spazio. Un anno fa prime immagini della cometa scattate dalla sonda Rosetta

Pubblicato il 6 agosto 2015 18:59 | Ultimo aggiornamento: 6 agosto 2015 18:59
Un'immagine della cometa scattata da Rosetta

Un’immagine della cometa scattata da Rosetta

FRANCIA, PARIGI – Giovedi è esattamente un anno che la sonda Rosetta è arrivata a 100 chilometri dalla sua cometa, 67P/Churyumov-Gerasimenko, dopo un viaggio durato oltre 10 anni e 6.4 miliardi di chilometri percorsi nel Sistema Solare. Lo ricorda l’Agenzia spaziale europea (Esa), pubblicando alcune delle prime foto della cometa scattate da Rosetta.

Un anno fa la sonda dell’Esa ha regalato infatti le prime immagini ravvicinate della cometa, rivelando montagne, massi alti fino a trenta metri, scarpate ripide e crateri. ”La prima volta – come aveva spiegato Enrico Flamini, coordinatore scientifico dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi) – che l’uomo riesce a vedere il primo paesaggio di una cometa, una cosa che qualche tempo fa avremmo solo potuto sognare”.

Dopo il 6 agosto, Rosetta ha continuato ad avvicinarsi progressivamente alla cometa e gli strumenti scientifici a bordo, tra cui lo spettrometro Virtis progettato dall’Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali dell’Istituto nazionale di Astrofisica (Iaps-Inaf), iniziavano a compiere osservazioni molto dettagliate, mappando la superficie del nucleo della cometa alla ricerca di un luogo dover far atterrare il lander Philae.