Spazio. Missione Rosetta, si è ”svegliato” improvvisamente il lander Philae

Pubblicato il 14 Giugno 2015 14:11 | Ultimo aggiornamento: 14 Giugno 2015 14:11
Il lander Philae in atterraggio sulla cometa

Il lander Philae in atterraggio sulla cometa

GERMANIA, DARMSTADT – Il piccolo lander Philae, della missione Rosetta, si è svegliato dall’ibernazione nella quale si trovava da 6 mesi e ha inviato i primi dati dalla cometa sulla quale era atterrato in novembre, la 67P/Churyumov-Gerasimenko. Lo rendono noto l’Agenzia spaziale europea e l’Agenzia spaziale italiana.

I segnali del lander sono stati ricevuti dal Centro Spaziale dell’Agenzia Spaziale Europea a Darmstadt, in Germania. Secondo quanto si è appreso oltre 300 dati sono già stati analizzati al Centro Controllo del Lander presso il Centro Aerospaziale Tedesco (DLR).

”Philae sta andando molto bene, funziona con una temperatura di -35 gradi centigradi ed ha a disposizione 24 Watt”, spiega il direttore del progetto Stephan Ulamec, il quale aggiunge che il lander è pronto per lo svolgimento della sua missione. Philae ha comunicato con il centro controllo a tera per 85 secondi.

5 x 1000