SPAZIO: SATURNO, SCOPERTE ALTRE LUNE NELL’ANELLO ‘A’

Pubblicato il 14 luglio 2010 1:13 | Ultimo aggiornamento: 19 luglio 2010 17:16

Nuove lune generano spazi vuoti molto particolari, a forma di elica, fra le particelle di ghiaccio e polvere che costellano l’anello A di Saturno. La scoperta, pubblicata sulla rivista Astrophysical Journal Letters, e’ frutto di una ricerca coordinata dalla Cornell University di New York e basata sui dati inviati a Terra dalla sonda Cassini, lanciata da Nasa, Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Agenzia Spaziale Italiana (Asi). Il risultato, spiegano gli esperti, fornisce l’opportunita’ di viaggiare indietro nella storia del Sistema Solare per ricostruirne il meccanismo di formazione e comprendere l’origine degli altri sistemi planetari.

”Osservare il moto di questi oggetti inglobati nel disco di Saturno fornisce una rara opportunita’ per comprendere come i pianeti nascono, si evolvono e interagiscono in un disco di materiali intorno a una giovane stella”, ha osservato Carolyn Porco, dell’universita’ di Boulder (Colorado), coautrice dello studio e a capo della squadra che analizza per la Nasa le immagini di Saturno inviate dalla sonda Cassini. Le nuove lune dell’anello A di Saturno sarebbero dovute alle forze fisiche generate da differenti campi gravitazionali nell’anello. Finora erano state identificate altre lune che nello stesso anello formano strutture elicoidali, ma quelle appena scoperte sono piu’ grandi e generano ‘eliche’ centinaia di volte piu’ grandi, lunghe migliaia di chilometri.