Super Luna diventa rossa e blu il 31 gennaio: non accade da almeno 150 anni

di Veronica Nicosia
Pubblicato il 30 gennaio 2018 9:03 | Ultimo aggiornamento: 30 gennaio 2018 9:11
Super Luna diventa blu e rossa il 31 gennaio: non accade da almeno 150 anni

Super Luna diventa rossa e blu il 31 gennaio: non accade da almeno 150 anni

ROMA – Non solo sarà enorme nel cielo, guadagnandosi l’appellativo di Superluna, ma si vestirà anche di rosso e di blu. Tre lune in una quella del 31 gennaio, quando diversi fenomeni astronomici si sovrapporranno e il satellite della Terra offrirà uno spettacolo davvero raro. Super Luna in “technicolor”, come qualcuno l’ha già ribattezzata, sarà visibile purtroppo solo nel cielo degli Stati Uniti e questa sovrapposizione di “effetti speciali” non si verifica da almeno 150 anni.

Ma sveliamo quali sono gli effetti speciali che ci attendono. Il satellite raggiungerà il punto di perigeo, cioè la sua minima distanza dal nostro pianeta, e per questo motivo apparirà in cielo decisamente più grande e brillante: una vera e propria “Superluna. Inoltre, sempre il 31 gennaio, si verificherà una eclissi totale lunare: il satellite dunque transiterà totalmente nel cono d’ombra prodotto dalla Terra e si tingerà di rosso, per via della luce rifratta dal nostro pianeta. Per quanto riguarda il colore blu, invece, qualcuno potrebbe rimanere deluso. I fortunati che si troveranno negli Stati Uniti infatti non vedranno effettivamente la Luna blu, perché si tratta di una espressione utilizzata dagli anglosassoni per indicare due eventi rari nello stesso periodo, come ad esempio due lune piene in un mese o in questo caso una Luna in perigeo e in fase di eclissi totale.

Paolo Volpini, dell’Unione astrofili italiani (Uai), ha spiegato all’Ansa che la Luna do sarà veramente mani sera sarà un “guazzabuglio cromatico”: “Almeno per i paesi anglosassoni, perché sarà una Luna blu, ma anche rossa, verificandosi in quella stessa data una eclissi totale di Luna, purtroppo non visibile in Italia. In Asia, Australia e sulla costa occidentale del Nord America potranno assistere a un doppio spettacolo, ricordando che la ‘Luna blu’ è solo un detto popolare, mentre rossa per chi avrà la fortuna di ammirare l’eclissi totale. Blue Moon, è un detto popolare che deriva dall’espressione ‘once in a blu moon’ – una volta ogni luna blu -, per indicare un evento raro”.

Insomma per questa volta non potremo osservare direttamente la Luna in technicolor dall’Italia, ma sarà possibile osservare il fenomeno attraverso le molte dirette che saranno organizzate da astronomi, centri di ricerca come la NASA e anche gruppi di astrofili locali, tempo meteo permettendo. Andrà meglio per chi vive in Italia il prossimo 27 luglio, data in cui si verificherà una nuova eclissi che stavolta sarà visibile anche in Europa. Non resta allora che godersi, anche se solo via video, lo spettacolo di questa superluna blu e rossa, come ha spiegato la Nasa, e sarà difficile rimanere delusi: “Potremo vedere, durante l’eclisse, i riflessi sulla superficie lunare di tutte le albe e i tramonti della Terra”.

(Video da YouTube/NASA)