Supernova Sn1987A, una “fabbrica” di polveri svela i segreti delle galassie

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 gennaio 2014 6:00 | Ultimo aggiornamento: 9 gennaio 2014 16:31
Supernova Sn1987A, una "fabbrica" di polveri svela i segreti delle galassie

Supernova Sn1987A (Credit Photo: Eso/Alma)

ROMA – Una “fabbrica” di polveri è stata scoperta in una supernova dal telescopio Alma dell’Eso, Osservatorio Europeo Meridionale. La supernova chiamata Sn1987A si trova nella Grande Nube di Magellano, a 160mila anni luce dalla Terra, e per la prima volta gli astronomi potrebbero capire e spiegare come la polvere prodotta sia responsabile dell’aspetto scuro e “polveroso” delle galassie.

Lo studio sarà pubblicato sulla rivista Astrophysical Journal Letters e spiega che le galassie possono essere luoghi decisamente polverosi. Da sempre si ritiene che le supernovae siano una delle principali fonti di questa polvere, soprattutto nell’universo primordiale. Ma fino ad oggi non esistevano dimostrazioni dirette della possibilità di produrre polvere da parte delle supernovae: oggetti non così frequenti da osservare, tanto che tra quelle note non vi erano evidenze in grado di giustificare le abbondanti quantità di polvere viste nelle galassie giovani e distanti.

Remy Indebetouw, astronomo all’Osservatorio Nazionale di Radio Astronomia degli Stati Uniti e università della Virgina, ha spiegato:

“Abbiamo trovato una massa di polvere incredibilmente grande concentrata nella zona centrale del materiale espulso da una supernova relativamente giovane e vicina. È la prima volta che siamo in grado di produrre un’immagine della zona in cui si forma la polvere, un passo importante per comprendere l’evoluzione delle galassie”. 

La teoria su cui si basano gli astronomi è che in seguito all’esplosione delle supernovae si formano grandi quantità di polvere quando il gas inizia a raffreddarsi, polvere che è costituita da atomi di ossigeno, carbonio e silicio che si legano nelle regioni interne e fredde del resto di supernova. Ora, per la prima volta nella storia dell’astronomia, la supernova Sn1987a offre il suo raro spettacolo e permetterà agli scienziati di svelare il “polveroso” mistero.