Tim, conti azzerati e debiti da migliaia di euro. Il bug che spaventa i clienti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 novembre 2018 17:46 | Ultimo aggiornamento: 14 novembre 2018 6:31
tim bug oggi

Tim, conti azzerati e debiti da migliaia di euro. Il bug spaventa i clienti

ROMA – “Numerosi utenti stanno riscontrando in queste ore problemi con la compagnia telefonica Tim. A causa di un bug molti clienti Tim si sono visti azzerare il credito residuo sulle proprie schede telefoniche, altri hanno addirittura ricevuto addebiti improvvisi per migliaia di euro”. Lo afferma il Codacons che parla di un “black out informatico”. “Abbiamo deciso di presentare una diffida a Tim – si legge in una nota – affinché restituisca con effetto immediato le somme indebitamente sottratte dai crediti telefonici degli utenti, e annulli i presunti debiti che sono palesemente frutto di un errore informatico. Chiediamo inoltre alla società telefonica di fornire, attraverso un bonus sul credito residuo, un indennizzo automatico ai clienti coinvolti, i quali hanno subito disagi come l’impossibilità di telefonare, navigare sul web o inviare messaggi”. 

Questa mattina infatti, alcuni utenti Tim si sono risvegliati con una brutta sorpresa: il credito prosciugato o, peggio, in rosso di migliaia di euro. A denunciarlo sono le stesse vittime su Twitter, dove stanno circolando le immagini delle aree personali che questa mattina sono apparse davanti ai loro occhi. Si parla di cifre pari a diverse migliaia di euro, anche oltre i 3.500 euro, che in molti si sono ritrovati in rosso sul proprio conto telefonico. Un problema che ha spaventato molti e che, a quanto pare, è dovuto ad un problema tecnico.

Attualmente le cause del grave problema sono però ancora poco chiare: il bug potrebbe essere stato causato da una problematica dei sistemi dell’operatore telefonico o da un attacco informatico, eventualità però non confermata da Tim. “Il reparto tecnico ci informa che si tratta di un’anomalia che ha comportato un’errata tariffazione generando credito negativo” hanno spiegato dall’azienda. Resta il fatto che per molti utenti l’azzeramento del credito o, peggio, i debiti inesistenti rappresentano delle problematiche di certo non di poco conto e che non dovrebbero colpire in questo modo un operatore nazionale. L’azienda ha spiegato di essere al lavoro per risolvere la situazione nel minor tempo possibile.

TIM, in merito a quanto accaduto il 12 novembre, desidera scusarsi per il disagio e informa che ha già provveduto a riaccreditare ai clienti coinvolti l’importo erroneamente addebitato a causa di un temporaneo disallineamento dei sistemi commerciali risolto nella giornata di ieri. Agli stessi clienti TIM prevede di riservare 5 GB gratuiti per un mese.