Tradimento partner è scritto nel Dna: scoperto gene infedeltà

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Maggio 2015 12:59 | Ultimo aggiornamento: 26 Maggio 2015 12:59
Tradimento partner è scritto nel Dna: scoperto gene infedeltà

Tradimento partner è scritto nel Dna: scoperto gene infedeltà

ROMA – E’ difficile che un partner tradito accolga di buon grado una spiegazione biologica per superare lo choc delle corna subite. Eppure le ultime evidenze scientifiche dicono proprio questo: anche il tradimento è scritto nei geni, è attribuibile ad alterazioni dei recettori ormonali di vasopressina e ossitocina. Fondamentalmente monogama, la specie umana si concede variazioni sul tema non solo, è il caso prevalente nei maschi, per assicurarsi più chance riproduttive.

I ricercatori dell’Università del Queensland, sulla base dei dati raccolti da 7300 gemelli finlandesi, hanno scoperto che le coppie di gemelli identici (che condividono tutti i loro geni) avevano più probabilità di impegnarsi in relazioni extraconiugali di quelle coppie di gemelli eterozigoti (che condividono la metà dei loro geni). La predisposizione genetica, suggerisce lo studio, gioca un ruolo fondamentale nella probabilità di tradimento nel 63 per cento degli uomini e nel 40 per cento delle donne.

Non è tutto: i ricercatori hanno individuato in alcune variazioni del gene AVPRIA, che influisce sull’ormone della vasopressina, il responsabile della maggiore propensione all’infedeltà femminile. Siamo dunque scagionati dalla colpa di tradire? Edoardo Boncinelli, genetista, invita a considerare le nuove acquisizioni senza saltare a facili conclusioni. La genetica non sia un alibi.

Le nostre azioni sono controllate in parte dai nostri geni, in parte dalle nostre azioni e infine dal puro caso. Questo vale per le nostre caratteristiche fisiche e per i nostri comportamenti. Perché non dovrebbe valere per l’infedeltà, nonostante la morale, la religione e la paura che guidano il nostro comportamento? (Edoardo Boncinelli, Corriere della Sera).