Tutankamon morto per un incidente stradale: travolto da un carro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 novembre 2013 12:52 | Ultimo aggiornamento: 4 novembre 2013 12:52
Tutankamon morto per un incidente stradale

Tutankamon morto per un incidente stradale

ROMA – Avvelenato? No. Preso a mazzate sul cranio? Nemmeno. Necrosi del femore? Neppure. Malaria? Men che meno. Tutankamon, il faraone suo malgrado più famoso della storia è morto per…. un incidente stradale. Caduto da un carro e travolto da cavalli che arrivavano in corsa mentre ancora era in ginocchio a terra.

La rivelazione arriva da un gruppo di studiosi inglesi che si sono servite di tutte le moderne tecnologie, mediche e legali. Insomma hanno ricostruito l’incidente (o il delitto) alla luce di tutte le tecnologie disponibili.

Risultato, il giovane faraone, (aveva tra i 16 e i 19 anni) è stato travolto dai cavalli in corsa. Con la sua morte non c’entrano le bruciature (circa 200 gradi) trovate sulla mummia. Quello è il frutto di qualche errore nell’imbalsamazione. Errore che, come scrive sulla Stampa Vittorio Sabadin, ha danneggiato la salma, ma non impedito la scoperta della verità:

5 x 1000

La combustione sarebbe dovuta a un processo di imbalsamazione un po’ pasticciato, nel quale gli oli e le resine usate, miscelati all’ossigeno e al lino delle bende, hanno «cotto» la pelle del faraone dopo la sepoltura. Questo spiegherebbe le difficoltà incontrate da Howard Carter, che scoprì la tomba il 22 novembre del 1922, nell’estrarre il corpo dall’ultimo sarcofago: era così incollato dalle resine alle pareti che nemmeno un improvvisato riscaldamento a temperature molto elevate permise di rimuoverlo. Carter fu costretto a fare ricorso a leve e scalpelli, danneggiando non poco la mummia.  

Gli inglesi, invece, aggrappandosi all’ultimo brandello di corpo del Faraone hanno scoperto una verità diversa. Forse meno “romantica” e compatibile con maledizioni. Ma certamente più fondata scientificamente.