Ufo, nuovo avvistamento a Savona: misteriosi oggetti luminosi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 settembre 2018 7:13 | Ultimo aggiornamento: 12 settembre 2018 16:25
Ufo, nuovo avvistamento a Savona: misteriosi oggetti luminosi

Ufo, nuovo avvistamento a Savona

SAVONA – Ufo, nuovo avvistamento a Savona: misteriosi oggetti luminosi. A segnalare il “caso” è il sito di A.R.I.A. (associazione ricerca italiana aliena), che ha già raccolto numerose testimonianze su presunti velivoli extraterrestri in Liguria.

L’ultimo avvistamento risale al tardo pomeriggio di sabato 8 settembre 2018. Un testimone ha detto di aver visto 5 oggetti luminosi nei cieli di Savona, sebbene non sia riuscito a fotografare o riprendere l’Ufo flottillas. Altri testimoni parlano di sfere luminose provenienti dal mare dirigersi verso la chiesa di Madonna del Monte. Poi un ulteriore testimone dice di aver visto una sfera luminosa muoversi in cielo intorno alle 8 di sera mentre si trovava sul suo terrazzo. L’uomo ha cercato di riprendere quanto visto con il cellulare, ma, specifica Maggioni “la ripresa purtroppo non è di buona qualità ed è anche abbastanza mossa, ma rende bene l’idea dell’oggetto”.

“Nel filmato si osserva un oggetto sferico molto luminoso che si dirige verso il mare – specifica l’ufologo –  le sue dimensioni sembrano grandi quanto una palla da tennis, è prevalentemente bianco. La ripresa risulta essere a una distanza di un chilometro circa e a un’altezza sui mille metri. (…) Il testimone ha potuto osservare solo quell’oggetto ma questo non esclude che possa essere collegato con i cinque oggetti segnalati  due ore prima, anche la direzione, seppur opposta, sembra similare”.

Per l’ufologo ligure “le varie segnalazioni fanno escludere quasi con certezza alcuni oggetti convenzionali come aerei, palloni sonda, droni. Infatti le tre segnalazioni (e il video) parlano chiaramente di sfere e la fascia di orario dell’avvistamento compresa tra le 18 e le 20 fa comprendere che vi era ancora luce sufficiente per capire cosa si stava guardando”. Di fatto, il caso rimane irrisolto. GUARDA IL VIDEO.