Vulcano ricoprì tutta la California di cenere 100 anni fa: per gli esperti torna il rischio

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 maggio 2018 16:57 | Ultimo aggiornamento: 22 maggio 2018 16:57

ROMA – Lassen Peak aveva continuato a brontolare per giorni scaricando rocce incandescenti lungo i pendii [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] che sono arrivati alla vicina foresta che è andata in cenere. La lava si stava trasformando in un nuovo cratere che improvvisamente, esattamente 103 anni fa, esplose creando problemi che ancora oggi vengono ricordati in tutta la California.

Il vulcano creò infatti una gigantesca nube che raggiunse un’altitudine di 30.000 piedi e che poteva essere vista da molto lontano, anche dalle città di Eureka e Sacramento, con le ceneri vulcaniche che viaggiarono fino a 300 chilometri di distanza, arrivando fino a Elko nel Nevada. Fu la prima eruzione vulcanica dalla fondazione degli Stati Uniti, e l’ultima fino a che di Mount St. Helens che avvenne nello Stato di Washington nel maggio del 1980. Quanto accaduto è stato un promemoria per la California, minacciata sia dai terremoti, sia dai vulcani.

A ribadirlo oggi in un articolo sul Los Angeles Times è anche Margaret Mangan, scienziata responsabile del California Volcano Observatory che lavora per contro della Us Geological Survey. “Ci sono state 10 eruzioni in California negli ultimi mille anni”, spiega la Mangan che aggiunge: “Ogni anno, la possibilità di una grande eruzione vulcanica nello Stato è all’incirca uguale al rischio di un grave terremoto sulla faglia di San Andrea. Il pericolo da noi quasi dimenticato sono i nostri vulcani”, ha aggiunto ancora John Parrish, un geologo che lavora in California.

Oltre a Lassen, ci sono in tutto otto regioni a rischio, che vanno dall’estremo nord dello Stato fino al confine con il Messico. In tutto, più di 19omila californiani vivono all’interno di una zona pericolosa; tra di loro ci sono le persone che vivono e lavorano nella regione di Long Valley. Qui sorge la città di Mammoth Lakes nella contea di Mono, destinazione sciistica della California meridionale molto frequentata. A rischio sono anche le città di Mount Shasta e Weed che si trovano abbastanza vicine a dei  vulcani e che potrebbero essere in pericolo in caso di eruzione.

La maggior parte dei vulcani sono tuttavia lontani dalle grandi città della California. Attualmente, molti di questi producono calore che viene utilizzato per generare elettricità in quelle che sono le centrali geotermiche più produttive del mondo, come quella di Salton Buttes a 160 miglia a sud-est di Los Angeles e quella di Clear Lake Volcanic Field a 85 miglia a nord di San Francisco. Ma le eruzioni vulcaniche potrebbero avere ripercussioni che potrebbero interessare tutta la California. La cenere vulcanica potrebbe infatti bloccare aerei di linea costringendo centinaia di voli in servizio nella California del Nord a restare a terra.  A seguire due immagini scattate 103 anni fa, che si riferiscono all’eruzione del Lassen Peak.