Wind e 3 superveloci: il 4G riaccende lo scontro sulle tariffe

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 gennaio 2014 10:28 | Ultimo aggiornamento: 12 gennaio 2014 10:28
Wind e 3 superveloci: il 4G riaccende lo scontro sulle tariffe

(Foto LaPresse)

ROMA – Wind lancia la rete mobile di nuova generazione, il 4G. Ciò accade nel momento in cui 3 Italia avvia la copertura nazionale e Tim e Vodafone migliorano le proprie offerte 4G.

Come spiega Alessandro Longo su Repubblica
“Entriamo così nell’era della concorrenza sulle nuove reti mobili, che consentono di navigare a 100 Megabit teorici (in realtà, a una velocità simile a quella dell’Adsl). Adesso sonosufficienti 9 euro al mese per un’offerta con minuti, sms e navigazione sulla nuova rete. Il 4G quindi non è più un bene di lusso. A fare la differenza, sul calo dei prezzi, è proprio l’entrata in scena degli operatori minori, Wind e 3 Italia”.
“Wind ha attivato il 4G a Roma, Milano e Bologna, senza ancora darne notizia, ma anche in alcune aree strategiche come gli aeroporti di Fiumicino, Linate, Malpensa, Orio al Serio, Venezia, Bologna, Catania, la Fiera diRho, il Politecnico di Milano, la Sapienza di Roma. Sarà in 21 capoluoghi di provincia entro dicembre”.
“In sordina anche l’espansione di 3 Italia: ora è in 90 città, tra cui Napoli, Bologna, Firenze, Venezia, Salerno, Bolzano, Treviso, Caserta e Taranto. 3 Italia ha anche appena ottenuto l’autorizzazione, dal ministero dello Sviluppo economico, a usare i 900 MHz per la propria rete tradizionale (3G) in tutta Italia. Significa che migliorerà la copertura nei luoghi chiusi, che è stato finora il tallone d’Achille di quest’operatore”.
“Wind e 3 Italia scelgono un approccio low cost alla nuova rete, proprio l’opposto di quello adottato al lancio da Tim e Vodafone. Wind per ora non fa pagare sovrapprezzi a chi vuole connettersi in 4G (valgono insomma le normali tariffe). 3 Italia ha prorogato al 30 giugno la promozione per cui il 4G costa un prezzo simbolico di 1 euro al mese, aggiuntivo sul costo del-l’offertagià sottoscritta dall’utente”.
“Tim e Vodafone facevano pagare 10 euro al mese il normale accesso 4G, quando erano solo loro a offrirlo. Adesso invece Tim ha dimezzato la tariffa, a 5 euro al mese. Vodafone si mantiene sui 10 euro al mese ma ora vi include 2 GB di internet aggiuntivi. In sintesi, con 3 e Wind i prezzi partono da 9 euro al mese (per offerte con chiamate, sms e internet 4G incluso), mentre con Tim e Vodafone sono 15 e 19,90 euro al mese rispettivamente. Tuttavia la copertura 4G di questi due operatori è ancora molto più estesa rispetto agli altri (e Vodafone include nel canone 3 GB, contro 1 GB delle offerte concorrenti). Vodafone è in una sessantina di località (capoluoghi di provincia e luoghi turistici). Tim è in circa 400 comuni (di cui un’ottantina sono capoluoghi di provincia), oltre il 40 per cento della popolazione. Nel 2014 sarà un testa a testa di investimenti e coperture, tra Vodafone e Tim, per superare il 50 per cento della popolazione. Telecom infatti scommetterà 900 milioni di euro, nel 2014-2016, sulla rete 4G. Vodafone vi impegnerà una parte consistente dei 3,6 miliardi di euro del piano (che denominato “Spring”), dedicato nel 2014-2015 alle reti fisse e mobili banda larga”.