Amici divisi in gruppi, Facebook blinda la privacy

Pubblicato il 8 Ottobre 2010 16:47 | Ultimo aggiornamento: 8 Ottobre 2010 16:47

Vuoi tenerti il capo come amico su Facebook senza mostrargli le tue foto scabrose? Ora si potrà fare, perché il social network fondato da Mark Zuckerberg, ha deciso di creare gruppi blindati per amici speciali. In pratica aumenta la protezione della privacy perché ora gli utenti si possono catalogare senza escluderli dalla lista.

Arrivano quindi i gruppi a porte chiuse, così si potrà decidere un diverso livello di accesso alle proprie informazioni. Anche nell’era delle amicizie tutte digitali e poco vere ci si può difendere quindi da chi sbircia troppo, senza però rinunciare ad essere sempre concilianti e friendly con tutti.

Come ha spiegato dalla sede di Palo Alto Zuckerberg, «cambierà il modo di usare il social network». In effetti fino a questo momento per evitare di lasciare video, status o foto alla mercé di tutti gli amici si potevano creare le liste, ma in di fatto «soltanto il 5% degli utenti ne faceva uso». L’obiettivo è dichiarato: «un maggiore controllo sulle informazioni personali».

Nel carnet di novità sfornate dal social network arriva anche la possibilità di scaricare, oltre alle foto, anche commenti  e link anche se si è offline. Lo scopo è quello di non perdere tutte le informazioni-interazioni degli utenti.